A Milano le luci di Natale vengono dall’energia del sole

Luci di Natale a Milano grazie ai pannelli solari. Un suggestivo effetto cometa con fili di luce oro e stelle bianche per illuminare a Milano, fino al 6 gennaio, corso Buenos Aires. Luci all’insegna della piena sostenibilità: per la prima volta, infatti, il principale asse commerciale della città – da piazzale Loreto fino ai caselli di Porta Venezia, anch’essi illuminati: una delle passeggiate commerciali più lunghe d’Europa con una media di 150mila persone al giorno che, durante il periodo di Natale, raddoppia – si accende con il supporto di energia sostenibile prodotta da pannelli solari installati da Enel X, in forma temporanea, sui terrazzi dei Caselli di Porta Venezia.

Pannelli in grado di produrre circa 2 kW di corrente elettrica per 5 ore integrando l’alimentazione delle luminarie. Il sistema di accumulo tramite batterie permetterà inoltre di abbattere in modo rilevante i consumi consentendo di dare luce anche ai Caselli ex daziari. Sostenibilità e attenzione ai consumi di energia anche nell’orario delle luci: dalle 16.30 alle 24. Luci “sostenibili” e possibili quest’anno grazie all’intervento di Enel, Enel X, Glovo, Nhood, Confcommercio Milano e YesMilano.

“Enel X è da sempre vicina ai territori in cui opera ed è felice di poter dare il proprio contributo per celebrare il Natale in modo sostenibile ed efficiente, senza rinunciare alla magia delle festività – spiega Augusto Raggi, responsabile Enel X Italia – Quello che presentiamo è un progetto innovativo e sperimentale, pensato appositamente per Milano, ma auspichiamo che l’utilizzo di energie sostenibili ad integrazione dei progetti di illuminazione scenografica venga preso in forte considerazione dalle comunità locali, sempre più attente al risparmio energetico e all’ambiente”.

Elisa Pagliarani, general manager Glovo Italia illustra il senso dell’adesione di Glovo: Prendiamo parte a questo progetto per un sostegno al commercio locale nella Città di Milano, in linea con la missione della nostra piattaforma. Abbiamo sposato l’iniziativa perché dimostra attenzione all’ambiente in modo concreto. In Glovo siamo infatti impegnati in politiche di sostenibilità: a partire dalla nostra sede milanese, concepita con attenzione all’impatto ambientale, fino al focus sulla compensazione di tutte le emissioni di gas serra prodotte dai veicoli dei corrieri che collaborano con la nostra piattaforma”.

Nhood Italy è al fianco dell’iniziativa per la seconda volta, come dice Carlo Masseroli, Development & Strategy director: “Crediamo nell’importanza delle luminarie di Natale di Milano per il bene dei commercianti, dei loro clienti e di tutti i cittadini, e animiamo una delle vie più dinamiche della città, che corre verso il luogo simbolo della sostenibilità e della riqualificazione urbana secondo Nhood: LOC-Loreto Open Community”.

Un sostegno da queste aziende che per Gabriel Meghnagi, presidente della Rete associativa vie di Confcommercio Milano “quest’anno non era certo scontato, con il problema del caro energia che colpisce tutti. Lungo il corso Buenos Aires da oggi abbiamo un’atmosfera di Natale nel segno dell’eleganza e della responsabilità nei consumi energetici”.

“Tra i luoghi che più ‘fanno Natale’ a Milano – commenta l’assessora allo Sviluppo economico del Comune di Milano Alessia Cappello – c’è corso Buenos Aires. Ecco perché è importante che parta anche da qui, nonostante il momento difficile che stiamo vivendo tra guerra e crisi energetica, un segnale di speranza e positività. E di sostenibilità, visto che queste bellissime luci sono a basso impatto ambientale”.

Luci di Natale a Milano grazie ai pannelli solari. Un suggestivo effetto cometa con fili di luce oro e stelle bianche per illuminare a Milano, fino al 6 gennaio, corso Buenos Aires. Luci all’insegna della piena sostenibilità: per la prima volta, infatti, il principale asse commerciale della città – da piazzale Loreto fino ai caselli di Porta Venezia, anch’essi illuminati: una delle passeggiate commerciali più lunghe d’Europa con una media di 150mila persone al giorno che, durante il periodo di Natale, raddoppia – si accende con il supporto di energia sostenibile prodotta da pannelli solari installati da Enel X, in forma temporanea, sui terrazzi dei Caselli di Porta Venezia.

Pannelli in grado di produrre circa 2 kW di corrente elettrica per 5 ore integrando l’alimentazione delle luminarie. Il sistema di accumulo tramite batterie permetterà inoltre di abbattere in modo rilevante i consumi consentendo di dare luce anche ai Caselli ex daziari. Sostenibilità e attenzione ai consumi di energia anche nell’orario delle luci: dalle 16.30 alle 24. Luci “sostenibili” e possibili quest’anno grazie all’intervento di Enel, Enel X, Glovo, Nhood, Confcommercio Milano e YesMilano.

“Enel X è da sempre vicina ai territori in cui opera ed è felice di poter dare il proprio contributo per celebrare il Natale in modo sostenibile ed efficiente, senza rinunciare alla magia delle festività – spiega Augusto Raggi, responsabile Enel X Italia – Quello che presentiamo è un progetto innovativo e sperimentale, pensato appositamente per Milano, ma auspichiamo che l’utilizzo di energie sostenibili ad integrazione dei progetti di illuminazione scenografica venga preso in forte considerazione dalle comunità locali, sempre più attente al risparmio energetico e all’ambiente”.

Elisa Pagliarani, general manager Glovo Italia illustra il senso dell’adesione di Glovo: Prendiamo parte a questo progetto per un sostegno al commercio locale nella Città di Milano, in linea con la missione della nostra piattaforma. Abbiamo sposato l’iniziativa perché dimostra attenzione all’ambiente in modo concreto. In Glovo siamo infatti impegnati in politiche di sostenibilità: a partire dalla nostra sede milanese, concepita con attenzione all’impatto ambientale, fino al focus sulla compensazione di tutte le emissioni di gas serra prodotte dai veicoli dei corrieri che collaborano con la nostra piattaforma”.

Nhood Italy è al fianco dell’iniziativa per la seconda volta, come dice Carlo Masseroli, Development & Strategy director: “Crediamo nell’importanza delle luminarie di Natale di Milano per il bene dei commercianti, dei loro clienti e di tutti i cittadini, e animiamo una delle vie più dinamiche della città, che corre verso il luogo simbolo della sostenibilità e della riqualificazione urbana secondo Nhood: LOC-Loreto Open Community”.

Un sostegno da queste aziende che per Gabriel Meghnagi, presidente della Rete associativa vie di Confcommercio Milano “quest’anno non era certo scontato, con il problema del caro energia che colpisce tutti. Lungo il corso Buenos Aires da oggi abbiamo un’atmosfera di Natale nel segno dell’eleganza e della responsabilità nei consumi energetici”.

“Tra i luoghi che più ‘fanno Natale’ a Milano – commenta l’assessora allo Sviluppo economico del Comune di Milano Alessia Cappello – c’è corso Buenos Aires. Ecco perché è importante che parta anche da qui, nonostante il momento difficile che stiamo vivendo tra guerra e crisi energetica, un segnale di speranza e positività. E di sostenibilità, visto che queste bellissime luci sono a basso impatto ambientale”.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli