Aggressione a Edoardo Sirignano, “Cerno: non ci facciamo intimidire, denunceremo ancora più forte crimini e violenze”.

Nel pomeriggio del 12 dicembre, il giornalista Edoardo Sirignano è stato aggredito all’esterno della redazione de “L’Identità” in via Teulada a Roma da un ex esponente di CasaPound. Il redattore è stato attirato all’esterno, ed è stato aggredito e picchiato al volto nella via antistante la redazione. “Il gesto violento e intimidatorio subito dal collega Edoardo Sirignano da parte di un ex esponente di CasaPound, che già tempo fa aveva avvertito il giornale che i mondi della criminalità della destra estrema che fa riferimento a Massimo Carminati non gradivano il nostro lavoro di giornalisti liberi, è la prova che la professione e il dovere di cronaca vanno difesi ogni giorno.” Ha dichiarato il direttore de L’Identità Tommaso Cerno. “Tutta la redazione è vicina a Edoardo e, da domani, sarà ancora più in prima linea nel denunciare malaffare, violenza, metodi mafiosi nella capitale e nel Paese.” Il quotidiano non si ferma: “Risponderemo con le inchieste e con le denunce pubbliche a questo vigliacco tentativo di impaurirci. L’IDENTITA’ non ha paura né di Casapound né di Carminati. Né di nessuno” ha concluso il direttore. Sirignano, ricoverato e refertato in ospedale, ha presentato denuncia contro l’aggressore.

Nel pomeriggio del 12 dicembre, il giornalista Edoardo Sirignano è stato aggredito all’esterno della redazione de “L’Identità” in via Teulada a Roma da un ex esponente di CasaPound. Il redattore è stato attirato all’esterno, ed è stato aggredito e picchiato al volto nella via antistante la redazione. “Il gesto violento e intimidatorio subito dal collega Edoardo Sirignano da parte di un ex esponente di CasaPound, che già tempo fa aveva avvertito il giornale che i mondi della criminalità della destra estrema che fa riferimento a Massimo Carminati non gradivano il nostro lavoro di giornalisti liberi, è la prova che la professione e il dovere di cronaca vanno difesi ogni giorno.” Ha dichiarato il direttore de L’Identità Tommaso Cerno. “Tutta la redazione è vicina a Edoardo e, da domani, sarà ancora più in prima linea nel denunciare malaffare, violenza, metodi mafiosi nella capitale e nel Paese.” Il quotidiano non si ferma: “Risponderemo con le inchieste e con le denunce pubbliche a questo vigliacco tentativo di impaurirci. L’IDENTITA’ non ha paura né di Casapound né di Carminati. Né di nessuno” ha concluso il direttore. Sirignano, ricoverato e refertato in ospedale, ha presentato denuncia contro l’aggressore.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli