Al via la sesta edizione di Welfare, che impresa! Candidature aperte fino al 27 aprile

Parte oggi la nuova edizione di Welfare, che Impresa!, il programma di capacity building per progetti di welfare ad alto potenziale di impatto sociale, economico e ambientale, promosso da Fondazione Italiana Accenture insieme a Intesa Sanpaolo, Fondazione Snam, Fondazione Bracco e Fondazione Peppino Vismara. Anche per questa edizione si conferma il contributo scientifico di AICCON, Tiresia-Politecnico Milano, Impacton e Fondazione Social Venture Giordano Dell’Amore, a cui si aggiunge Techsoup. Gli incubatori che forniranno la mentorship sono PoliHub, SocialFare, Campania NewSteel, Hubble-Acceleration Program, a|cube e G- Factor.

 

Quest’anno, il bando intende premiare e supportare i migliori progetti di welfare di comunità promossi da Enti in grado di produrre benefici in termini di sviluppo locale, nei settori Welfare inclusivo e di comunità, Rigenerazione del patrimonio e del paesaggio, Valorizzazione delle aree interne, Sostenibilità ambientale e circular economy, Agricoltura sociale.

Possono partecipare al bando enti giuridici costituiti da non più di 5 anni o enti ancora da costituirsi, fermo restando per questi ultimi l’obbligo di costituirsi entro 6 mesi dalla data in cui vengono comunicati i vincitori del presente bando. Dovranno presentare un progetto che ha come obiettivo primario la generazione di impatto sociale; che favorisce l’occupazione, in particolare dei giovani e delle categorie svantaggiate; che sia promuovibile sul territorio attraverso la creazione di reti; che utilizzi la tecnologia, anche digitale; che consenta l’elaborazione di un piano prospettico di sostenibilità economica e che abbia già validato la fattibilità e possa esibire un proof of concept o un prototipo.

 

Ai primi quattro enti classificati andrà un premio da 20mila euro ciascuno. Tutti i progetti vincitori potranno accedere inoltre a un percorso di mentorship individuale e personalizzato erogato dagli Incubatori partner e a un finanziamento a condizioni agevolate erogato da Intesa Sanpaolo fino a 50mila euro e un conto corrente a condizioni agevolate per 36 mesi che include una carta di debito con canone mensile gratuito.

 

Quest’anno, sono previsti anche premi speciali: la possibilità di realizzare una campagna per la raccolta digitale di donazioni, da effettuarsi sulla piattaforma idea360 di Fondazione Italiana Accenture;  l’accesso facilitato allo Scaling Program di Impacton, due percorsi di mentorship per due enti finalisti  e non vincitori; uno sconto ai finalisti per il 50% su un ordine da catalogo di Techsoup e per i vincitori una donazione di un prodotto di hardware ricondizionato; la consulenza personalizzata erogata da Intesa Sanpaolo a 4 start up, selezionate tra le 12 finaliste, mediante sessioni di coaching 1:1 in lingua inglese, della durata massima di 2 ore. Le candidature possono essere inviate fino al 27 aprile 2022. Per leggere il bando completo e candidare i progetti: //welfarecheimpresa.it/

Parte oggi la nuova edizione di Welfare, che Impresa!, il programma di capacity building per progetti di welfare ad alto potenziale di impatto sociale, economico e ambientale, promosso da Fondazione Italiana Accenture insieme a Intesa Sanpaolo, Fondazione Snam, Fondazione Bracco e Fondazione Peppino Vismara. Anche per questa edizione si conferma il contributo scientifico di AICCON, Tiresia-Politecnico Milano, Impacton e Fondazione Social Venture Giordano Dell’Amore, a cui si aggiunge Techsoup. Gli incubatori che forniranno la mentorship sono PoliHub, SocialFare, Campania NewSteel, Hubble-Acceleration Program, a|cube e G- Factor.

 

Quest’anno, il bando intende premiare e supportare i migliori progetti di welfare di comunità promossi da Enti in grado di produrre benefici in termini di sviluppo locale, nei settori Welfare inclusivo e di comunità, Rigenerazione del patrimonio e del paesaggio, Valorizzazione delle aree interne, Sostenibilità ambientale e circular economy, Agricoltura sociale.

Possono partecipare al bando enti giuridici costituiti da non più di 5 anni o enti ancora da costituirsi, fermo restando per questi ultimi l’obbligo di costituirsi entro 6 mesi dalla data in cui vengono comunicati i vincitori del presente bando. Dovranno presentare un progetto che ha come obiettivo primario la generazione di impatto sociale; che favorisce l’occupazione, in particolare dei giovani e delle categorie svantaggiate; che sia promuovibile sul territorio attraverso la creazione di reti; che utilizzi la tecnologia, anche digitale; che consenta l’elaborazione di un piano prospettico di sostenibilità economica e che abbia già validato la fattibilità e possa esibire un proof of concept o un prototipo.

 

Ai primi quattro enti classificati andrà un premio da 20mila euro ciascuno. Tutti i progetti vincitori potranno accedere inoltre a un percorso di mentorship individuale e personalizzato erogato dagli Incubatori partner e a un finanziamento a condizioni agevolate erogato da Intesa Sanpaolo fino a 50mila euro e un conto corrente a condizioni agevolate per 36 mesi che include una carta di debito con canone mensile gratuito.

 

Quest’anno, sono previsti anche premi speciali: la possibilità di realizzare una campagna per la raccolta digitale di donazioni, da effettuarsi sulla piattaforma idea360 di Fondazione Italiana Accenture;  l’accesso facilitato allo Scaling Program di Impacton, due percorsi di mentorship per due enti finalisti  e non vincitori; uno sconto ai finalisti per il 50% su un ordine da catalogo di Techsoup e per i vincitori una donazione di un prodotto di hardware ricondizionato; la consulenza personalizzata erogata da Intesa Sanpaolo a 4 start up, selezionate tra le 12 finaliste, mediante sessioni di coaching 1:1 in lingua inglese, della durata massima di 2 ore. Le candidature possono essere inviate fino al 27 aprile 2022. Per leggere il bando completo e candidare i progetti: //welfarecheimpresa.it/

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli