Al via Unicredit Start Lab 2022: finora ha fatto crescere 400 imprese

Un percorso di crescita per 400 nuove imprese, finora. UniCredit ci riprova e lancia la nona edizione della Start Lab, che accompagna le dinamiche di sviluppo delle aziende.

Dopo la crescita vertiginosa del 2021, con investimenti in startup che in Italia hanno superato la soglia del miliardo, la banca rilancia il proprio impegno a favore della neo-imprenditoria innovativa
E vara una nuova sezione dedicata alla sostenibilità, oltre alla seconda edizione di StartUp Plus, prevista per il prossimo 15 e 16 febbraio

Il 2021 si è chiuso con numeri eccezionali per l’ecosistema dell’innovazione italiano: 1,461 i miliardi di euro investiti in startup innovative (dati dell’Osservatorio del Politecnico di Milano) con una crescita del 118% rispetto al 2020 e, soprattutto, il più alto dato mai raggiunto in Italia; una popolazione che continua ad aumentare, considerando che il numero delle startup iscritte alla sezione speciale del Registro delle Imprese ha superato alla data del primo ottobre quota 14mila, in aumento di 2.100 unità rispetto alla fine del 2020 (+17,6%), rappresentando così il 3,6% di tutte le società di capitali di recente costituzione.

Un supporto a questo  trend di crescita  arriva con l’edizione 2022 della piattaforma di business e innovazione dedicata a startup e PMI italiane “Tech” ad alto potenziale, prevista quest’anno con un nuovo e più ampio format. Ritorna anche StartUp Plus, che nel 2021 coinvolto 1.300 innovatori provenienti da tutta Italia.

Massimiliano Mastalia, responsabile Corporate di UniCredit Italia, snocciola dati e guarda alle nuove sfidew: “In Italia abbiamo una quota di mercato del 18 per cento delle start up e PMI innovative, un segmento importante della nostra economia cui UniCredit non ha mai fatto venire meno il proprio sostegno. Ora la sfida è aiutare i protagonisti dell’ecosistema dell’innovazione italiano ad ampliare la sfera d’azione, promuovendo progetti e collaborazioni in nuovi comparti produttivi e intercettando traiettorie di sviluppo tanto virtuose quanto imprescindibili, come quelle riguardanti la sostenibilità e l’imprenditoria femminile”.

Le iscrizioni saranno possibili fino al 28 aprile.  I settori di riferimento saranno cinque: Clean Tech (efficienza energetica, energie rinnovabili, trattamento dei rifiuti, mobilità sostenibile e smart cities); Innovative Made in Italy (agrifood, moda, design, turismo, meccanica, robotica, nanotecnologie e Industry 4.0); Digital (mobile apps, internet of things, servizi e piattaforme B2B, sistemi cloud, hardware e intelligenza artificiale); Life Science (biotecnologie, farmaceutica, dispositivi medici, digital health care e tecnologie assistive); Impact InnovationNEW, sezione che accoglierà progetti trasversali agli altri segmenti ma con soluzioni ad impatto positivo in termini di sostenibilità.

Le 10 startup selezionate accederanno alla piattaforma usufruiendo della partecipazione ad attività sistematiche di business e investment matching con controparti industriali e finanziarie del network di UniCredit; training manageriale avanzato, tramite la Startup Academy e workshop tematici; un programma di mentorship personalizzata con professionisti ed esperti dell’ecosistema dell’innovazione; assegnazione di un gestore UniCredit dedicato al supporto alla crescita. Inoltre, la prima classificata di ogni categoria si aggiudicherà un riconoscimento di 10mila euro.

Un percorso di crescita per 400 nuove imprese, finora. UniCredit ci riprova e lancia la nona edizione della Start Lab, che accompagna le dinamiche di sviluppo delle aziende.

Dopo la crescita vertiginosa del 2021, con investimenti in startup che in Italia hanno superato la soglia del miliardo, la banca rilancia il proprio impegno a favore della neo-imprenditoria innovativa
E vara una nuova sezione dedicata alla sostenibilità, oltre alla seconda edizione di StartUp Plus, prevista per il prossimo 15 e 16 febbraio

Il 2021 si è chiuso con numeri eccezionali per l’ecosistema dell’innovazione italiano: 1,461 i miliardi di euro investiti in startup innovative (dati dell’Osservatorio del Politecnico di Milano) con una crescita del 118% rispetto al 2020 e, soprattutto, il più alto dato mai raggiunto in Italia; una popolazione che continua ad aumentare, considerando che il numero delle startup iscritte alla sezione speciale del Registro delle Imprese ha superato alla data del primo ottobre quota 14mila, in aumento di 2.100 unità rispetto alla fine del 2020 (+17,6%), rappresentando così il 3,6% di tutte le società di capitali di recente costituzione.

Un supporto a questo  trend di crescita  arriva con l’edizione 2022 della piattaforma di business e innovazione dedicata a startup e PMI italiane “Tech” ad alto potenziale, prevista quest’anno con un nuovo e più ampio format. Ritorna anche StartUp Plus, che nel 2021 coinvolto 1.300 innovatori provenienti da tutta Italia.

Massimiliano Mastalia, responsabile Corporate di UniCredit Italia, snocciola dati e guarda alle nuove sfidew: “In Italia abbiamo una quota di mercato del 18 per cento delle start up e PMI innovative, un segmento importante della nostra economia cui UniCredit non ha mai fatto venire meno il proprio sostegno. Ora la sfida è aiutare i protagonisti dell’ecosistema dell’innovazione italiano ad ampliare la sfera d’azione, promuovendo progetti e collaborazioni in nuovi comparti produttivi e intercettando traiettorie di sviluppo tanto virtuose quanto imprescindibili, come quelle riguardanti la sostenibilità e l’imprenditoria femminile”.

Le iscrizioni saranno possibili fino al 28 aprile.  I settori di riferimento saranno cinque: Clean Tech (efficienza energetica, energie rinnovabili, trattamento dei rifiuti, mobilità sostenibile e smart cities); Innovative Made in Italy (agrifood, moda, design, turismo, meccanica, robotica, nanotecnologie e Industry 4.0); Digital (mobile apps, internet of things, servizi e piattaforme B2B, sistemi cloud, hardware e intelligenza artificiale); Life Science (biotecnologie, farmaceutica, dispositivi medici, digital health care e tecnologie assistive); Impact InnovationNEW, sezione che accoglierà progetti trasversali agli altri segmenti ma con soluzioni ad impatto positivo in termini di sostenibilità.

Le 10 startup selezionate accederanno alla piattaforma usufruiendo della partecipazione ad attività sistematiche di business e investment matching con controparti industriali e finanziarie del network di UniCredit; training manageriale avanzato, tramite la Startup Academy e workshop tematici; un programma di mentorship personalizzata con professionisti ed esperti dell’ecosistema dell’innovazione; assegnazione di un gestore UniCredit dedicato al supporto alla crescita. Inoltre, la prima classificata di ogni categoria si aggiudicherà un riconoscimento di 10mila euro.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli