Alex Zanardi dimesso dal San Bortolo di Vicenza

È stato dimesso oggi dall`ospedale San Bortolo di Vicenza Alex Zanardi, dopo un ricovero di 76 giorni.
A comunicarlo Giannettore Bertagnoni, primario della struttura medica vicentina al Giornale di Vicenza: “Il paziente è stato stabilizzato”. Il San Bortolo “pure per il futuro resterà il suo punto di riferimento medico. In questi mesi il nostro principale obiettivo è stato di stabilizzare le condizioni cliniche generali di Zanardi. Ma, contestualmente, abbiamo proseguito il programma riabilitativo seguito durante il primo periodo di degenza”. Dopo l’incidente del 2001 quando, per un terribile incidente sul circuito del Lausitzring in Germania gli dovettero amputare le gambe, il 19 giugno del 2020, Zanardi, mentre pedalava in una curva sulla strada tra Pienza e San Quirico d`Orcia in Toscana, andò a schiantarsi contro un camion riportando ferite gravissime. In mezzo il suo ritorno allo sport con la conquista di 4 medaglie d`oro alle Olimpiadi di Londra del 2012 e a quelli di Rio del 2016, diventando più di un simbolo del movimento para-olimpico.

È stato dimesso oggi dall`ospedale San Bortolo di Vicenza Alex Zanardi, dopo un ricovero di 76 giorni.
A comunicarlo Giannettore Bertagnoni, primario della struttura medica vicentina al Giornale di Vicenza: “Il paziente è stato stabilizzato”. Il San Bortolo “pure per il futuro resterà il suo punto di riferimento medico. In questi mesi il nostro principale obiettivo è stato di stabilizzare le condizioni cliniche generali di Zanardi. Ma, contestualmente, abbiamo proseguito il programma riabilitativo seguito durante il primo periodo di degenza”. Dopo l’incidente del 2001 quando, per un terribile incidente sul circuito del Lausitzring in Germania gli dovettero amputare le gambe, il 19 giugno del 2020, Zanardi, mentre pedalava in una curva sulla strada tra Pienza e San Quirico d`Orcia in Toscana, andò a schiantarsi contro un camion riportando ferite gravissime. In mezzo il suo ritorno allo sport con la conquista di 4 medaglie d`oro alle Olimpiadi di Londra del 2012 e a quelli di Rio del 2016, diventando più di un simbolo del movimento para-olimpico.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli