AMAZON, FRAZIONAMENTO AZIONARIO 20 A 1

Il cda del colosso americano Amazon ha approvato un frazionamento azionario 20 a 1 e ha autorizzato la società a riacquistare fino a 10 miliardi di dollari di azioni ordinarie. A diffondere la notizia è un portavoce della società.

La divisione ha principalmente due conseguenze:  renderà il prezzo delle azioni della piattaforma di e-commerce più accessibile per altri potenziali investitori e permetterà ai dipendenti più  flessibilità nel gestire la compensazione basata sulle azioni.

Il 25 maggio si terrà una riunione in cui gli azionisti dovranno approvare il piano. Nell’ ipotesi in cui il frazionamento verrà approvato, Amazon potrebbe rientrare tra le compagnie da inserire nei 30 principali titoli del Dow Jones.

Il cda del colosso americano Amazon ha approvato un frazionamento azionario 20 a 1 e ha autorizzato la società a riacquistare fino a 10 miliardi di dollari di azioni ordinarie. A diffondere la notizia è un portavoce della società.

La divisione ha principalmente due conseguenze:  renderà il prezzo delle azioni della piattaforma di e-commerce più accessibile per altri potenziali investitori e permetterà ai dipendenti più  flessibilità nel gestire la compensazione basata sulle azioni.

Il 25 maggio si terrà una riunione in cui gli azionisti dovranno approvare il piano. Nell’ ipotesi in cui il frazionamento verrà approvato, Amazon potrebbe rientrare tra le compagnie da inserire nei 30 principali titoli del Dow Jones.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli