Arnold Schwarzenegger: “L’assalto al Congresso come la Germania nazista”

L’attore ed ex governatore della California, Arnold Schwarzenegger, paragona l’assalto al Congresso alla Germania nazista e definisce Donald Trump un “leader fallito”. In un video, pubblicato sui suoi account social, dice: “Passerà alla storia come il peggiore presidente. La cosa buona è che sarà presto irrilevante come i suoi vecchi tweet”.  “Mercoledì è stata la Notte dei Cristalli negli Stati Uniti”, afferma Schwarzenegger rivelando alcuni dettagli “dolorosi” sul suo passato. Suo padre, aveva raccontato in precedenza, era entrato a far parte del partito nazista. Ora rivela: “Tornava a casa ubriaco una o due sere alla settimana e urlava contro di noi, e ci colpiva, spaventava mia madre. Non l’ho mai ritenuto interamente responsabile perché il nostro vicino faceva la stessa cosa con la sua famiglia, e così il vicino del vicino”. “ 

Tutto è iniziato con bugie e intolleranza. Essendo stato in Europa ho visto di prima mano come le cose possono finire fuori controllo”, aggiunge. “Mio padre e i nostri vicini sono stati ingannati con le bugie, quindi so dove possono portare le bugie”. Nel finale del video Schwarzenegger sfodera la mitologica spada di “Conan, il barbaro”, uno dei suoi più iconici ruoli da protagonista, e la paragona alla democrazia, messa a repentaglio dall’assalto al Congresso, ma divenuta più forte proprio grazie a quella dura prova che l’ha temprata. 

 Alessandra Santangelo

 

L’attore ed ex governatore della California, Arnold Schwarzenegger, paragona l’assalto al Congresso alla Germania nazista e definisce Donald Trump un “leader fallito”. In un video, pubblicato sui suoi account social, dice: “Passerà alla storia come il peggiore presidente. La cosa buona è che sarà presto irrilevante come i suoi vecchi tweet”.  “Mercoledì è stata la Notte dei Cristalli negli Stati Uniti”, afferma Schwarzenegger rivelando alcuni dettagli “dolorosi” sul suo passato. Suo padre, aveva raccontato in precedenza, era entrato a far parte del partito nazista. Ora rivela: “Tornava a casa ubriaco una o due sere alla settimana e urlava contro di noi, e ci colpiva, spaventava mia madre. Non l’ho mai ritenuto interamente responsabile perché il nostro vicino faceva la stessa cosa con la sua famiglia, e così il vicino del vicino”. “ 

Tutto è iniziato con bugie e intolleranza. Essendo stato in Europa ho visto di prima mano come le cose possono finire fuori controllo”, aggiunge. “Mio padre e i nostri vicini sono stati ingannati con le bugie, quindi so dove possono portare le bugie”. Nel finale del video Schwarzenegger sfodera la mitologica spada di “Conan, il barbaro”, uno dei suoi più iconici ruoli da protagonista, e la paragona alla democrazia, messa a repentaglio dall’assalto al Congresso, ma divenuta più forte proprio grazie a quella dura prova che l’ha temprata. 

 Alessandra Santangelo

 

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli