BAGNAI (LEGA): RUFFINI CONFERMA NOSTRI SOSPETTI RIFORMA CATASTO

“Siamo grati al prof. Ruffini per aver confermato con la sua dottrina quanto sosteniamo da mesi, in base alla nostra esperienza di professionisti e amministratori locali: l’adeguamento delle rendite catastali è già praticabile e praticato dalle amministrazioni locali, il che rende l’insistenza sull’art. 6 della delega fiscale tanto ultronea quanto sospetta”.
Queste le dichiarazioni scritte in un comunicato dal Alberto Bagnai, responsabile economia Lega, in merito alle affermazioni di Ernesto Maria Ruffini, direttore dell’Agenzia delle Entrate nel corso di un’audizione alla Commissione parlamentare per l’attuazione del federalismo fiscale nella giornata di ieri.

L’ esponente della Lega ha proseguito: “Come recita il noto aforisma, se non serve a nulla, serve a qualcos’altro. Forse con l’insistenza su un tema che si era concordemente scelto di non affrontare nel documento delle Commissioni qualcuno pensa di mettere in difficoltà una forza politica che con lealtà e responsabilità si è adoperata per raggiungere un compromesso nell`interesse di tutti”.

“Ci auguriamo che non sia così e che prevalga la ragionevolezza: in un contesto economico drammatico, in cui molti cittadini sono costretti ad attingere ai propri risparmi per sopravvivere, anche solo il sospetto di un’aggressione ai risparmi può avere serie conseguenze su consumi, investimenti e crescita”, ha terminato Bagnai.

“Siamo grati al prof. Ruffini per aver confermato con la sua dottrina quanto sosteniamo da mesi, in base alla nostra esperienza di professionisti e amministratori locali: l’adeguamento delle rendite catastali è già praticabile e praticato dalle amministrazioni locali, il che rende l’insistenza sull’art. 6 della delega fiscale tanto ultronea quanto sospetta”.
Queste le dichiarazioni scritte in un comunicato dal Alberto Bagnai, responsabile economia Lega, in merito alle affermazioni di Ernesto Maria Ruffini, direttore dell’Agenzia delle Entrate nel corso di un’audizione alla Commissione parlamentare per l’attuazione del federalismo fiscale nella giornata di ieri.

L’ esponente della Lega ha proseguito: “Come recita il noto aforisma, se non serve a nulla, serve a qualcos’altro. Forse con l’insistenza su un tema che si era concordemente scelto di non affrontare nel documento delle Commissioni qualcuno pensa di mettere in difficoltà una forza politica che con lealtà e responsabilità si è adoperata per raggiungere un compromesso nell`interesse di tutti”.

“Ci auguriamo che non sia così e che prevalga la ragionevolezza: in un contesto economico drammatico, in cui molti cittadini sono costretti ad attingere ai propri risparmi per sopravvivere, anche solo il sospetto di un’aggressione ai risparmi può avere serie conseguenze su consumi, investimenti e crescita”, ha terminato Bagnai.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli