BEPPE GRILLO: CHI HA PAURA DI ASSANGE?

 “Chi ha paura di Julian Assange?”. Questo il quesito scritto nella giornata di oggi da Beppe Grillo sul proprio profilo Twitter postando un articolo, firmato da Niccolò Morelli.

“Come reagiremmo se un giornalista libero e indipendente finisse incarcerato a vita in una prigione di massima sicurezza, solo per aver avuto il coraggio di rendere pubblici i crimini di guerra di un Paese? Assange ha mostrato nero su bianco le bugie e gli interessi economici con i quali si sono giustificate per anni guerre di invasione mascherate da missioni di pace” e per questo, con tutta probabilità, “verrà estradato negli Stati Uniti”, il che “equivale ad una condanna a morte poiché non c’è nessuna differenza tra l`avvelenare un giornalista scomodo o lasciarlo marcire in una cella di isolamento per il resto dei suoi giorni. Questo non ci rende poi tanto diversi dai regimi autoritari ai quali facciamo finta di non assomigliare. Pensiamoci la prossima volta che, definendoci ‘occidentali’, ci sentiremo fieri di esserlo” ha scritto Morelli.

 “Chi ha paura di Julian Assange?”. Questo il quesito scritto nella giornata di oggi da Beppe Grillo sul proprio profilo Twitter postando un articolo, firmato da Niccolò Morelli.

“Come reagiremmo se un giornalista libero e indipendente finisse incarcerato a vita in una prigione di massima sicurezza, solo per aver avuto il coraggio di rendere pubblici i crimini di guerra di un Paese? Assange ha mostrato nero su bianco le bugie e gli interessi economici con i quali si sono giustificate per anni guerre di invasione mascherate da missioni di pace” e per questo, con tutta probabilità, “verrà estradato negli Stati Uniti”, il che “equivale ad una condanna a morte poiché non c’è nessuna differenza tra l`avvelenare un giornalista scomodo o lasciarlo marcire in una cella di isolamento per il resto dei suoi giorni. Questo non ci rende poi tanto diversi dai regimi autoritari ai quali facciamo finta di non assomigliare. Pensiamoci la prossima volta che, definendoci ‘occidentali’, ci sentiremo fieri di esserlo” ha scritto Morelli.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli