Bolzano, domenica operazione di disinnesco di residuato bellico

Sarà disinnescata domenica 17 luglio la bomba della Seconda guerra mondiale rinvenuta durante alcuni lavori di scavo in corso nel centro storico di Bolzano. Lo riferisce Ansa, precisando che l’ordigno è di fabbricazione americana, pesa 500 libre ed ha due spolette armate. Probabilmente è stato sganciato da un aereo.

A quanto si è appreso, per consentire al secondo reggimento genio guastatori alpini dell’Esercito italiano di effettuare le operazioni di disinnesco in tutta sicurezza, circa 4.400 persone (2.125 famiglie) dovranno lasciare le loro abitazioni entro le 8.45. Saranno inoltre evacuate due case di riposo. Per il periodo necessario, chi sarà allontanato verrà ospitato nel Palasport mentre i positivi al Covid e le persone in quarantena è stata individuata una sistemazione alternativa.

Le autorità locali hanno anche fatto sapere che durante i lavori di disinnesco – riporta Ansa – si fermeranno i treni sulla linea ferroviaria del Brennero, mentre l’autostrada del Brennero resterà aperta perché in quel tratto passa in galleria.

Quella che sta per essere disinnescata è la terza bomba rinvenuta dall’inizio del mega cantiere: le prime due, infatti, furono disattivate nel settembre 2020 e nel gennaio 2021.

Sarà disinnescata domenica 17 luglio la bomba della Seconda guerra mondiale rinvenuta durante alcuni lavori di scavo in corso nel centro storico di Bolzano. Lo riferisce Ansa, precisando che l’ordigno è di fabbricazione americana, pesa 500 libre ed ha due spolette armate. Probabilmente è stato sganciato da un aereo.

A quanto si è appreso, per consentire al secondo reggimento genio guastatori alpini dell’Esercito italiano di effettuare le operazioni di disinnesco in tutta sicurezza, circa 4.400 persone (2.125 famiglie) dovranno lasciare le loro abitazioni entro le 8.45. Saranno inoltre evacuate due case di riposo. Per il periodo necessario, chi sarà allontanato verrà ospitato nel Palasport mentre i positivi al Covid e le persone in quarantena è stata individuata una sistemazione alternativa.

Le autorità locali hanno anche fatto sapere che durante i lavori di disinnesco – riporta Ansa – si fermeranno i treni sulla linea ferroviaria del Brennero, mentre l’autostrada del Brennero resterà aperta perché in quel tratto passa in galleria.

Quella che sta per essere disinnescata è la terza bomba rinvenuta dall’inizio del mega cantiere: le prime due, infatti, furono disattivate nel settembre 2020 e nel gennaio 2021.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli

Squalo bianco

Il lato sinistro di Giuseppi

Lega Sud

Sorpresa il partito del Nord

Il ministro Fedriga