Bonetti: non sostenuta proposta aiuto famiglie a basso redito

 

Elena Bonetti, ministra per la Famiglia, ha quest’oggi comunicato tramite il proprio profilo Facebook che: “Dai fondi per l`assegno unico sono stati risparmiati 630 milioni di euro non utilizzati per la copertura delle domande. Questo a motivo di un numero di domande arrivate inferiore a quello stimato e per il fatto che il 20% delle famiglie non ha presentato l`Isee e ha quindi scelto di ricevere la cifra minima. In Consiglio dei Ministri oggi ho chiesto che queste risorse venissero utilizzate per rafforzare l`assegno per le famiglie a reddito basso. La proposta non è stata sostenuta da nessuno dei partiti al tavolo – né Pd né Lega né M5S – e il Dl Aiuti le alloca su altre azioni. Agli onorevoli Delrio e Lepri, che a Consiglio dei Ministri in corso hanno diffuso una nota indignata per la dislocazione di queste risorse suggerisco di informarsi e chiedere conto e ragione ai ministri del Pd della posizione del loro partito, anziché alla sottoscritta. Il tempo della tolleranza verso le ipocrisie è finito. Italia Viva ha voluto sostenuto e difeso l`assegno unico. Il Pd no”.

 

Elena Bonetti, ministra per la Famiglia, ha quest’oggi comunicato tramite il proprio profilo Facebook che: “Dai fondi per l`assegno unico sono stati risparmiati 630 milioni di euro non utilizzati per la copertura delle domande. Questo a motivo di un numero di domande arrivate inferiore a quello stimato e per il fatto che il 20% delle famiglie non ha presentato l`Isee e ha quindi scelto di ricevere la cifra minima. In Consiglio dei Ministri oggi ho chiesto che queste risorse venissero utilizzate per rafforzare l`assegno per le famiglie a reddito basso. La proposta non è stata sostenuta da nessuno dei partiti al tavolo – né Pd né Lega né M5S – e il Dl Aiuti le alloca su altre azioni. Agli onorevoli Delrio e Lepri, che a Consiglio dei Ministri in corso hanno diffuso una nota indignata per la dislocazione di queste risorse suggerisco di informarsi e chiedere conto e ragione ai ministri del Pd della posizione del loro partito, anziché alla sottoscritta. Il tempo della tolleranza verso le ipocrisie è finito. Italia Viva ha voluto sostenuto e difeso l`assegno unico. Il Pd no”.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli