Brindisi, sette arresti per droga

I carabinieri di Francavilla Fontana, nel brindisino, hanno questa mattina eseguito un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di sette persone su un totale di nove indagati. Cinque sono in carcere e due agli arresti domiciliari. Le accuse, nei loro confronti, sono relative al traffico di stupefacenti, in particolare eroina, cocaina, marijuana e hashish.

A quanto si è appreso, l’indagine è iniziata nel gennaio dello scorso anno in seguito ad un’intimidazione compiuta nei confronti di un uomo residente ad Oria, al quale erano stati indirizzati alcuni colpi di pistola che lo hanno ferito leggermente ad una gamba. Poco dopo lo zio della vittima, coinvolto nell’indagine, aveva subito il danneggiamento della propria auto (non denunciato). Le due azioni, hanno scoperto gli inquirenti, erano la conseguenza di contrasti insorti nell’ambito dello spaccio di droga.

Nel corso delle indagini – riferiscono le agenzie – è emersa una ramificata attività di spaccio al dettaglio, gestita a livello familiare anche nelle scale condominiali o in locali pubblici. Documentati oltre 100 episodi di cessione di sostanze stupefacenti.

I carabinieri di Francavilla Fontana, nel brindisino, hanno questa mattina eseguito un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di sette persone su un totale di nove indagati. Cinque sono in carcere e due agli arresti domiciliari. Le accuse, nei loro confronti, sono relative al traffico di stupefacenti, in particolare eroina, cocaina, marijuana e hashish.

A quanto si è appreso, l’indagine è iniziata nel gennaio dello scorso anno in seguito ad un’intimidazione compiuta nei confronti di un uomo residente ad Oria, al quale erano stati indirizzati alcuni colpi di pistola che lo hanno ferito leggermente ad una gamba. Poco dopo lo zio della vittima, coinvolto nell’indagine, aveva subito il danneggiamento della propria auto (non denunciato). Le due azioni, hanno scoperto gli inquirenti, erano la conseguenza di contrasti insorti nell’ambito dello spaccio di droga.

Nel corso delle indagini – riferiscono le agenzie – è emersa una ramificata attività di spaccio al dettaglio, gestita a livello familiare anche nelle scale condominiali o in locali pubblici. Documentati oltre 100 episodi di cessione di sostanze stupefacenti.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli

Squalo bianco

Il lato sinistro di Giuseppi

Lega Sud

Sorpresa il partito del Nord

Il ministro Fedriga