Cronaca

Caivano: spari nella notte, nuovo allarme di don Patriciello

di Angelo Vitolo -


Caivano senza pace, spari nella notte. I carabinieri sono intervenuti la notte scorsa in viale delle Margherite per i colpi d’arma da fuoco. Ignoti avrebbero esploso 19 colpi, di due differenti calibri. Al momento non risultano danni a cose o feriti. Indagini in corso per chiarire dinamica e individuare i responsabili a cura dei Carabinieri della compagnia di Caivano.

”La domenica volge al termine. Manca poco più di un’ora a mezzanotte. Per la gente della mia parrocchia non c’è pace. In sella alle loro moto sono arrivati ancora una volta. Volti coperti. Armi pesanti in mano. Sfrecciano per i viali sparando all’impazzata. E’ il terrore. Le stese fanno paura. Può morire chiunque. Notte insonne. Notte da incubi. Gli uomini con il mitra sono scappati. Ritorneranno. È certo. Nessuno sa dire quando ma ritorneranno. Intanto si vive nel terrore. Abbraccio tutti. I bambini e i vecchi. I giovani e i malati. Un abbraccio grande agli uomini e alle donne delle forze dell’ordine. Stamattina si ricomincia. Siamo stanchi. Sfiniti. Ma dobbiamo raccogliere le forze. Signore, donaci la forza di non mollare. Di non arrenderci. Di non scappare. Allontana da noi la paura che ci paralizza. E moltiplica la speranza. Resta con noi, Signore. Resta con noi”. E’ quanto si legge in un post su Facebook di padre Maurizio Patriciello.

Da settimane la città della provincia di Napoli è all’attenzione delle cronache dopo il ripetuto stupro di due minorenni, il clamore politico che ha guidato il governo a stringere la cinghia della sicurezza sulla zona, in particolare del Parco Verde teatro dei fatti e da decenni consolidata piazza di spaccio di droga. Nei giorni scorsi un annunciato blitz delle forze dell’ordine, con l’intervento di 400 uomini della polizia, dei carabinieri e della guardia di finanza, arresti, perquisizioni, sequestri di sostanze stupefacenti, armi, esplosivo.

Ora, un rinnovato episodio della presenza della criminalità: a Caivano gli spari nella notte, il nuovo allarme di don Patriciello, il post sui sociali del sacerdote da decenni protagonista della lotta per il riscatto dell’area.


Torna alle notizie in home