CALCIO, AGNELLI CREDE ANCORA NELLA SUPERLEGA

“La Superlega non è fallita. Ritengo che il calcio in Europa abbia un disperato bisogno di riforme  l’Uefa sapeva che come presidente della Juventus stavo lavorando a qualcosa di diverso “. È quanto affermato dal numero uno bianconero Andrea Agnelli durante il Business of Football Summit, evento organizzato dal Finalcial Times.
Il presidente juventino ha poi aggiunto: “Si tratta di un lavoro collettivo di 12 squadre che hanno firmato un contratto di 120 pagine, che resta vincolante per 11 di quei club. Il compromesso non è più una scelta, abbiamo bisogno di cambiamenti più profondi. Quello che pensiamo è che la struttura del governo non sia adatta allo scopo, non penserei ai prodotti alternativi ma a come è gestito il settore”. Quanto alla Juventus ha detto: “Se vedo il mio club giocare in Champions League tra 5 anni? Sicuramente lo vedrò impegnato nella principale competizione europea”. Agnelli ha poi concluso parlando dello scioglimento della Uefa: “Mi siederò e sosterrò una governance trasparente. Aspetterò che il Consiglio di Giustizia Europeo ci faccia sapere se l’attuale organismo sia idoneo allo scopo”.

“La Superlega non è fallita. Ritengo che il calcio in Europa abbia un disperato bisogno di riforme  l’Uefa sapeva che come presidente della Juventus stavo lavorando a qualcosa di diverso “. È quanto affermato dal numero uno bianconero Andrea Agnelli durante il Business of Football Summit, evento organizzato dal Finalcial Times.
Il presidente juventino ha poi aggiunto: “Si tratta di un lavoro collettivo di 12 squadre che hanno firmato un contratto di 120 pagine, che resta vincolante per 11 di quei club. Il compromesso non è più una scelta, abbiamo bisogno di cambiamenti più profondi. Quello che pensiamo è che la struttura del governo non sia adatta allo scopo, non penserei ai prodotti alternativi ma a come è gestito il settore”. Quanto alla Juventus ha detto: “Se vedo il mio club giocare in Champions League tra 5 anni? Sicuramente lo vedrò impegnato nella principale competizione europea”. Agnelli ha poi concluso parlando dello scioglimento della Uefa: “Mi siederò e sosterrò una governance trasparente. Aspetterò che il Consiglio di Giustizia Europeo ci faccia sapere se l’attuale organismo sia idoneo allo scopo”.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli