CALCIO, MONDIALI QATAR2022: RUSSIA SOSPESA

L’attuale numero uno della Fifa Gianni Infantino ha confessato che estromettere la Russia, in seguito al conflitto in terra ucraina, dai Mondiali del 2022 in Qatar non è stata una scelta semplice.
Il presidente della Fifa ha infatti dichiarato: “Abbiamo dovuto sospendere la Russia e le squadre russe dalla partecipazione. Non è una decisione facile, ovviamente no, perché si tratta di persone che amano il calcio, come tutti gli altri, ma dovevamo prendere una decisione, e ora dobbiamo guardare avanti e sperare che le ostilità possano fermarsi”.
Infantino ha poi concluso: “La Russia come unione calcistica, come ogni altra federazione, non è stata sospesa dalla Fifa e ha partecipato anche a questo congresso, perché se non abbiamo queste occasioni per mettere insieme le persone come a questo congresso, allora non finiremo mai”.

L’attuale numero uno della Fifa Gianni Infantino ha confessato che estromettere la Russia, in seguito al conflitto in terra ucraina, dai Mondiali del 2022 in Qatar non è stata una scelta semplice.
Il presidente della Fifa ha infatti dichiarato: “Abbiamo dovuto sospendere la Russia e le squadre russe dalla partecipazione. Non è una decisione facile, ovviamente no, perché si tratta di persone che amano il calcio, come tutti gli altri, ma dovevamo prendere una decisione, e ora dobbiamo guardare avanti e sperare che le ostilità possano fermarsi”.
Infantino ha poi concluso: “La Russia come unione calcistica, come ogni altra federazione, non è stata sospesa dalla Fifa e ha partecipato anche a questo congresso, perché se non abbiamo queste occasioni per mettere insieme le persone come a questo congresso, allora non finiremo mai”.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli