CELIACHIA, PROVENZA (M5S): FONDAMENTALE ASCOLTARE I PAZIENTI

Durante le dichiarazioni odierne di voto alla Camera in merito alla mozione relativa alla celiachia, Nicola Provenza (M5S) ha dichiarato: “L`approvazione della mozione sulla celiachia è un segnale di attenzione importante da parte del Parlamento. È fondamentale ascoltare i pazienti per offrire delle risposte adeguate, nonché sostenere campagne informative capillari, promuovere la formazione e l`aggiornamento professionale degli operatori del settore alimentare e mettere in campo azioni mirate al controllo delle mense scolastiche ed ospedaliere”.

l deputato del Movimento 5 stelle ha aggiunto: “Il numero ancora troppo alto di casi di celiachia non diagnosticati ci suggerisce di adottare misure adeguate, a partire dall`inclusione nel prossimo aggiornamento dei LEA di alcune delle prestazioni per la diagnosi precoce nei soggetti ritenuti maggiormente a rischio. Purtroppo il regionalismo sanitario ha creato incongruenze anche in questo ambito, impedendo ad un paziente celiaco di avere accesso ad una dieta senza glutine al di fuori della sua regione di appartenenza. Dobbiamo velocizzare il processo di digitalizzazione dell`assistenza ai pazienti e valutare l`opportunità di individuare un sistema omogeneo su tutto il territorio nazionale”.

Durante le dichiarazioni odierne di voto alla Camera in merito alla mozione relativa alla celiachia, Nicola Provenza (M5S) ha dichiarato: “L`approvazione della mozione sulla celiachia è un segnale di attenzione importante da parte del Parlamento. È fondamentale ascoltare i pazienti per offrire delle risposte adeguate, nonché sostenere campagne informative capillari, promuovere la formazione e l`aggiornamento professionale degli operatori del settore alimentare e mettere in campo azioni mirate al controllo delle mense scolastiche ed ospedaliere”.

l deputato del Movimento 5 stelle ha aggiunto: “Il numero ancora troppo alto di casi di celiachia non diagnosticati ci suggerisce di adottare misure adeguate, a partire dall`inclusione nel prossimo aggiornamento dei LEA di alcune delle prestazioni per la diagnosi precoce nei soggetti ritenuti maggiormente a rischio. Purtroppo il regionalismo sanitario ha creato incongruenze anche in questo ambito, impedendo ad un paziente celiaco di avere accesso ad una dieta senza glutine al di fuori della sua regione di appartenenza. Dobbiamo velocizzare il processo di digitalizzazione dell`assistenza ai pazienti e valutare l`opportunità di individuare un sistema omogeneo su tutto il territorio nazionale”.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli