Confcommercio Salute: corretto l’utilizzo di mascherine in ospedale

“La proroga dell’obbligo di utilizzo delle mascherine in ospedali e Rsa fino a fine anno è una scelta corretta. Ringraziamo il Governo e il neo ministro della Salute Schillaci per aver ascoltato, tra gli altri, il nostro recente appello sul tema: mantenere i DPI nelle strutture e luoghi di cura, specie nel periodo invernale, è segno di buon senso e di tutela primaria dei pazienti fragili e degli operatori.
Come abbiamo già avuto modo di sottolineare, il riscontro quotidiano sull’utilizzo dei dispositivi di protezione fornitoci da operatori e ospiti delle strutture è positivo. In questo senso, la scelta del Governo pone al centro la tutela dei pazienti e degli operatori. La stagione invernale dovrà imporre a tutti noi la massima attenzione e ogni sforzo possibile per ridurre qualsiasi rischio infettivo, non solo nei confronti del Covid ma anche dell’influenza e di altre malattie molto diffuse e impattanti, soprattutto sulle fasce di popolazione più fragili. La scelta dell’Esecutivo, dopo il nostro appello e quello di molte altre realtà nei giorni scorsi, è un segnale d’ascolto e apertura importante anche in ottica futura: Confcommercio Salute è a disposizione del Governo per un’interlocuzione e una progettazione sinergica sui tanti e importanti temi della macro area del socio sanitario, a tutela di cittadini, famiglie e operatori virtuosi”.
Queste le parole odierne del presidente di Confcommercio Salute, Sanità e Cura, organizzazione di Confcommercio Luca Pallavicini.

“La proroga dell’obbligo di utilizzo delle mascherine in ospedali e Rsa fino a fine anno è una scelta corretta. Ringraziamo il Governo e il neo ministro della Salute Schillaci per aver ascoltato, tra gli altri, il nostro recente appello sul tema: mantenere i DPI nelle strutture e luoghi di cura, specie nel periodo invernale, è segno di buon senso e di tutela primaria dei pazienti fragili e degli operatori.
Come abbiamo già avuto modo di sottolineare, il riscontro quotidiano sull’utilizzo dei dispositivi di protezione fornitoci da operatori e ospiti delle strutture è positivo. In questo senso, la scelta del Governo pone al centro la tutela dei pazienti e degli operatori. La stagione invernale dovrà imporre a tutti noi la massima attenzione e ogni sforzo possibile per ridurre qualsiasi rischio infettivo, non solo nei confronti del Covid ma anche dell’influenza e di altre malattie molto diffuse e impattanti, soprattutto sulle fasce di popolazione più fragili. La scelta dell’Esecutivo, dopo il nostro appello e quello di molte altre realtà nei giorni scorsi, è un segnale d’ascolto e apertura importante anche in ottica futura: Confcommercio Salute è a disposizione del Governo per un’interlocuzione e una progettazione sinergica sui tanti e importanti temi della macro area del socio sanitario, a tutela di cittadini, famiglie e operatori virtuosi”.
Queste le parole odierne del presidente di Confcommercio Salute, Sanità e Cura, organizzazione di Confcommercio Luca Pallavicini.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli