Contratti, sindacati: emergenza salariale  lavoratori  Rsa

Fp-Cgil, Cisl-Fp e Uil-Fpl attraverso un comunicato hanno quest’oggi reso noto che: “I lavoratori delle Rsa sono in piena emergenza salariale, a fronte di contratti fermi da anni e per effetto della crescita dell`inflazione. Le associazioni datoriali Aris e Aiop aprano le trattative per il contratto atteso da più di due anni. Siamo consapevoli delle difficoltà che il sistema sta affrontando crediamo che il caro energia sia uno degli aspetti della drammatica crisi che sta investendo il nostro Paese, che impatta pesantemente sugli individui e le famiglie, ma anche sulle imprese e quindi anche sulle strutture residenziali. Ricordiamo che c`è un emergenza che devono affrontare e che mette a rischio l`esistenza e la qualità delle cure nel settore delle Rsa”.

Le organizzazioni sindacali hanno concluso affermando che la crescita “sta colpendo i prezzi di beni alimentari e di consumo, riducendo la capacità di spesa di questi lavoratori. Chiediamo di aprire le trattative per il contratto che aspettiamo da più di due anni, con l`obiettivo di garantire salari adeguati e diritti, giuste tutele normative al personale, per contrastare insieme il dumping contrattuale e i contratti pirata”.

Fp-Cgil, Cisl-Fp e Uil-Fpl attraverso un comunicato hanno quest’oggi reso noto che: “I lavoratori delle Rsa sono in piena emergenza salariale, a fronte di contratti fermi da anni e per effetto della crescita dell`inflazione. Le associazioni datoriali Aris e Aiop aprano le trattative per il contratto atteso da più di due anni. Siamo consapevoli delle difficoltà che il sistema sta affrontando crediamo che il caro energia sia uno degli aspetti della drammatica crisi che sta investendo il nostro Paese, che impatta pesantemente sugli individui e le famiglie, ma anche sulle imprese e quindi anche sulle strutture residenziali. Ricordiamo che c`è un emergenza che devono affrontare e che mette a rischio l`esistenza e la qualità delle cure nel settore delle Rsa”.

Le organizzazioni sindacali hanno concluso affermando che la crescita “sta colpendo i prezzi di beni alimentari e di consumo, riducendo la capacità di spesa di questi lavoratori. Chiediamo di aprire le trattative per il contratto che aspettiamo da più di due anni, con l`obiettivo di garantire salari adeguati e diritti, giuste tutele normative al personale, per contrastare insieme il dumping contrattuale e i contratti pirata”.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli