Cremlino, Peskov: normali le proteste in Europa

“È ovvio che la vita sta peggiorando per le persone, gli imprenditori, le aziende in Europa, il lavoro sta peggiorando. Guadagnano meno. Il tenore di vita sta calando.
Questa è una realtà ovvia e, ovviamente, i comuni cittadini avranno sempre più domande da fare ai loro leader”. Questo quanto affermato quest’oggi da  Dmitri Peskov, portavoce del Cremlino, in risposta alle domande della stampa a Mosca in merito alle proteste antigovernative in Europa.

L’esponente russo infine ha concluso affermando che “non è affare nostro commentare questo in alcun modo o dare interpretazioni, rilanciando: “che se ne occupino i leader dei Paesi occidentali, sono loro ad assumere “decisioni molto assurde, illogiche e dannose per i propri Paesi”.

“È ovvio che la vita sta peggiorando per le persone, gli imprenditori, le aziende in Europa, il lavoro sta peggiorando. Guadagnano meno. Il tenore di vita sta calando.
Questa è una realtà ovvia e, ovviamente, i comuni cittadini avranno sempre più domande da fare ai loro leader”. Questo quanto affermato quest’oggi da  Dmitri Peskov, portavoce del Cremlino, in risposta alle domande della stampa a Mosca in merito alle proteste antigovernative in Europa.

L’esponente russo infine ha concluso affermando che “non è affare nostro commentare questo in alcun modo o dare interpretazioni, rilanciando: “che se ne occupino i leader dei Paesi occidentali, sono loro ad assumere “decisioni molto assurde, illogiche e dannose per i propri Paesi”.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli