CSM, FERRI (IV): RIFORMA CARTABIA È INUTILE

 “La riforma Cartabia non cambia niente, è inutile. Non si è avuto il coraggio di risolvere i reali problemi della giustizia”. Questo il messaggio principale del comunicato odierno di Cosimo Maria Ferri (IV) che poi prosegue: “Si è passata la palla alla magistratura con questo messaggio ‘va tutto bene, fate da soli’. Non si comprende perché la ministra abbia scelto la via del non cambiamento, tutelando i privilegi come le doppie indennità per i magistrati apicali nei Ministeri, e incentivando il carrierismo anziché valorizzare il magistrato silenzioso e fuori dalle correnti”.

Secondo il deputato di Italia Viva “è stata persa una grande occasione per la politica, ma anche per i cittadini e per la stessa magistratura che chiedeva rinnovamento. Per alcuni aspetti è una riforma fotocopia della riforma Castelli/Mastella e recepisce la prassi del Csm che si è formata in tutti questi anni. Per altri aspetti, come quello dei magistrati fuori ruolo e delle porte girevoli, fissa alcuni principi innovativi ma li applica solo per alcuni e salva altri. Come Italia viva chiediamo di eliminare posizioni di potere, privilegi e disparità di trattamento”.

 “La riforma Cartabia non cambia niente, è inutile. Non si è avuto il coraggio di risolvere i reali problemi della giustizia”. Questo il messaggio principale del comunicato odierno di Cosimo Maria Ferri (IV) che poi prosegue: “Si è passata la palla alla magistratura con questo messaggio ‘va tutto bene, fate da soli’. Non si comprende perché la ministra abbia scelto la via del non cambiamento, tutelando i privilegi come le doppie indennità per i magistrati apicali nei Ministeri, e incentivando il carrierismo anziché valorizzare il magistrato silenzioso e fuori dalle correnti”.

Secondo il deputato di Italia Viva “è stata persa una grande occasione per la politica, ma anche per i cittadini e per la stessa magistratura che chiedeva rinnovamento. Per alcuni aspetti è una riforma fotocopia della riforma Castelli/Mastella e recepisce la prassi del Csm che si è formata in tutti questi anni. Per altri aspetti, come quello dei magistrati fuori ruolo e delle porte girevoli, fissa alcuni principi innovativi ma li applica solo per alcuni e salva altri. Come Italia viva chiediamo di eliminare posizioni di potere, privilegi e disparità di trattamento”.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli