CSM: SISTO, SOSTENIBILITÀ È DIVENTATA UN PRINCIPIO GIURIDICO

In occasione del Festival della Giustizia organizzato dall’ Associazione italiana giovani avvocati è intervenuto Francesco Paolo Sisto, Sottosegretario alla Giustizia, dichiarando: “Qualcuno ha detto che la sostenibilità si è trasformata da un principio `ambientale ed economico’ in un principio giuridico. Ed è vero. Lo dimostrano anche le scelte adottate in questa parte di legislatura, anche per l`avvocatura, che è diventata veramente centrale come centrale è il diritto di difesa secondo il dettato dalla Carta”.

“Nella prima parte della legislatura siamo stati abituati ad interventi ‘a macchia di leopardo’ e ad un diritto penale del consenso che concepiva il legiferare come un eccipiente politico momentaneo, slegato da qualsivoglia valutazione di sostenibilità. Oggi, al contrario, questo principio, che richiede di contemperare le esigenze del presente con quelle future, è alla base delle innovazioni legislative su durata dei processi, presunzione di innocenza, crisi di impresa, ordinamento giudiziario. Tutti provvedimenti che non hanno solo un valore economico ma costituiscono un notevole passo avanti verso la piena attuazione dei princìpi della nostra Costituzione”, ha terminato Sisto.

In occasione del Festival della Giustizia organizzato dall’ Associazione italiana giovani avvocati è intervenuto Francesco Paolo Sisto, Sottosegretario alla Giustizia, dichiarando: “Qualcuno ha detto che la sostenibilità si è trasformata da un principio `ambientale ed economico’ in un principio giuridico. Ed è vero. Lo dimostrano anche le scelte adottate in questa parte di legislatura, anche per l`avvocatura, che è diventata veramente centrale come centrale è il diritto di difesa secondo il dettato dalla Carta”.

“Nella prima parte della legislatura siamo stati abituati ad interventi ‘a macchia di leopardo’ e ad un diritto penale del consenso che concepiva il legiferare come un eccipiente politico momentaneo, slegato da qualsivoglia valutazione di sostenibilità. Oggi, al contrario, questo principio, che richiede di contemperare le esigenze del presente con quelle future, è alla base delle innovazioni legislative su durata dei processi, presunzione di innocenza, crisi di impresa, ordinamento giudiziario. Tutti provvedimenti che non hanno solo un valore economico ma costituiscono un notevole passo avanti verso la piena attuazione dei princìpi della nostra Costituzione”, ha terminato Sisto.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli