Economia

Dal 10 dicembre la Winter Experience di Trenitalia: 24mila collegamenti al giorno, 13mila in Europa

di Angelo Vitolo -


Dal Polo Passeggeri del Gruppo Fs, composto da Trenitalia e altre società, nuovi collegamenti per le mete sciistiche e turistiche di montagna, più soluzioni di viaggio integrate con treno, bus e aereo e promozioni ad hoc per famiglie e giovani. E’ la Winter Experience 2023 del Polo costituito da Trenitalia, Busitalia, Ferrovie del Sud Est e Fs Treni Turistici Italiani che partirà il 10 dicembre: 24mila collegamenti nazionali al giorno in treno e bus e 13mila in Europa illustrati dall’ad e dg Trenitalia, Luigi Corradi.

“Stiamo investendo – spiega in treni e bus di ultima generazione per garantire ai passeggeri un viaggio ancora più confortevole e attento all’ambiente. Impegnando oltre 1 miliardo l’anno per il trasporto regionale. Abbiamo siglato un contratto di circa 1 miliardo per la fornitura di 40 nuovi Frecciarossa 1000 e, nell’ambito dei fondi del Pnrr, stiamo investendo in nuovi treni e carrozze Intercity, con particolare attenzione alle regioni del Sud”.

Al centro dell’iniziativa, intermodalità, sostenibilità e innovazione. I 45 milioni di passeggeri che hanno scelto di viaggiare con le Frecce hanno permesso di risparmiare 1 miliardo di costi per la collettività in termini di minori costi ambientali e sociali: spese per assistenza sanitaria, danni all’ambiente, all’agricoltura, agli immobili e alla biodiversità. Un passeggero che viaggia in treno tutte le settimane fra Milano e Roma, invece che in aereo, riduce di 9 tonnellate il peso delle emissioni di CO2 all’anno; se scegliesse il treno al posto dell’auto, risparmierebbe 4 tonnellate di CO2.

Spostamenti in treno che, secondo un’analisi di Bloomberg elaborata da McKinsey, garantiscono alle imprese migliori performance su rating Esg che si traducono in un risparmio fino a 1 punto percentuale sul costo del capitale. Le 47mila aziende che hanno scelto di viaggiare con Trenitalia, inoltre, hanno evitato, nel 2023, l’emissione di 100mila tonnellate di CO2 rispetto all’auto.

Nei primi 10 mesi dell’anno, le società del Polo Passeggeri del Gruppo Fs hanno registrato più di mezzo miliardo di passeggeri (+20% rispetto al 2022), di cui 100 milioni solo in estate. I picchi a luglio e agosto: Frecciarossa (8 milioni di passeggeri, +21% rispetto al 2022), Intercity (4 milioni di passeggeri, +8% rispetto al 2022) e Regionale (65 milioni di viaggiatori, +12% rispetto al 2022). È cresciuto il numero dei biglietti acquistati sui canali digitali (+31% rispetto allo scorso anno), trainato da coloro che hanno acquistato dall’estero. Oltre 190mila le bici trasportate a bordo treno (+20% rispetto al 2022). Trenitalia si conferma azienda pet friendly: oltre 310mila animali domestici hanno viaggiato nei primi 10 mesi dell’anno (+40% rispetto allo scorso anno).

Quest’anno 5 milioni di passeggeri hanno scelto il trasporto intermodale in combinazione col treno, di cui 1,6 milioni solo per la tratta Fiumicino Aeroporto-Roma. I viaggi in FrecciaLink sono cresciuti del 90% rispetto al 2022 e oltre 1 milione di passeggeri, nei primi 10 mesi del 2023, ha acquistato un biglietto per utilizzare i 123 Link del Regionale. Sono oltre 40mila i biglietti acquistati per raggiungere la Sicilia con collegamenti treno+nave che, dal 10 dicembre, saranno ancora più green poiché il traghettamento sarà effettuato utilizzando locomotori alimentati a batterie.

Con oltre 270 Frecce al giorno per circa 130mila posti offerti e 5 milioni di passeggeri provenienti da tutto il mondo (+80% rispetto al 2019), poi, il Frecciarossa è ambassador del “Made in Italy”. Tra Milano e Roma ci saranno 2 nuovi collegamenti no-stop da record: si viaggerà in 2 ore e 50 minuti. Salgono così a 100 i collegamenti quotidiani tra la Capitale e Milano, con oltre 50mila posti offerti e una frequenza media di un treno ogni 15 minuti nelle ore di punta. Rimodulato il servizio di ristorazione a bordo, sempre più vicino alle richieste dei clienti. Novità anche per i FrecciaLounge: dopo Roma Termini, entro il 2024 saranno rinnovate le aree di Milano Centrale, Napoli Centrale, Bologna e Firenze. Il network Frecciarossa si completa con i collegamenti FrecciaLink che raggiungeranno città d’arte e alcune delle località di montagna più belle e apprezzate d’Italia.

Con Intercity si va sulla neve, con Eurocity ed Euronight si va in Europa. Dopo il successo dell’ultima stagione invernale è stato confermato il collegamento con Intercity Notte fra Roma e San Candido, che consente di raggiungere anche le principali mete turistiche del Trentino-Alto Adige, e il collegamento con Intercity che porta a Bardonecchia. Confermata anche l’offerta crossborder tra Italia, Svizzera, Austria e Germania. Intercity, Intercity Notte, Eurocity ed Euronight mettono a disposizione dei viaggiatori circa 170 collegamenti al giorno.

Diventa più smart il trasporto regionale, con il biglietto digitale e treni sempre più nuovi. Negli ultimi 2 anni entrati in esercizio 175 nuovi convogli a basso impatto ambientale. E sono oltre 6mila i treni regionali che ogni giorno offrono ai passeggeri un’offerta sempre più capillare e intermodale. Viaggi sempre più flessibili grazie al biglietto digitale regionale, che consente illimitati cambi-data e ora fino al giorno prima del viaggio e illimitati cambi dell’ora nel giorno del viaggio.

Tra Roma e Cortina il primo treno di Fs Treni Turistici Italiani: da venerdì 15 dicembre il via del treno notturno Espresso Cadore, che collegherà Roma con Cortina d’Ampezzo e raccoglie l’eredità della storica relazione notturna periodica “Roma–Calalzo”.

Infine, più collegamenti anche per Busitalia e Ferrovie del Sud Est. Oltre 9.800 i collegamenti quotidiani di Busitalia in Umbria, Veneto e Campania, che ha ampliato il proprio parco mezzi con 150 nuovi autobus elettrici. In Puglia circolano 230 treni di Ferrovie del Sud Est insieme a 1.400 corse in bus al giorno, per una programmazione oraria integrata con quella di Trenitalia e un’offerta regionale e nazionale sempre più connessa.


Torna alle notizie in home