DELEGA FISCALE, MANIERO (ALT): CLAMOROSA RETROMARCIA DEL GOVERNO

Tra i tanti politici che stanno in queste ore commentando il rinvio da parte del governo della delega fiscale, c’è anche Alvise Maniero, deputato di Alternativa in commissione Finanze he ha dichiarato: “Clamorosa retromarcia del governo anche grazie agli emendamenti di Alternativa contro questa schiforma. Circa un mese fa la sottosegretaria Guerra annunciava che senza l`approvazione della delega fiscale con annessa riforma del Catasto il Governo sarebbe caduto, oggi lo stesso Governo chiede di rinviare la discussione perché non ci sono le condizioni per portare la riforma fiscale in aula, dopo una balcanizzazione della commissione finanze con i nostri emendamenti a difesa delle case degli italiani che hanno spaccato la maggioranza”.

“Pur di soddisfare i desiderata di Bruxelles non si erano fatti scrupolo di minacciare una crisi di governo in un momento delicato come quello che stiamo vivendo, con una guerra nel cuore dell’Europa e mentre il Paese è ancora alle prese con la pessima gestione della crisi Covid e con una crisi economica da stato di pre-guerra che sta per allargarsi, con questo governo a premere sull’acceleratore del conflitto. Adesso si accorgono di non avere i numeri. Questa è l’opera dei `migliori` di fronte ai quali noi di Alternativa non ci siamo piegati e abbiamo difeso le case degli italiani da nuove tasse” ha concluso Maniero.

Tra i tanti politici che stanno in queste ore commentando il rinvio da parte del governo della delega fiscale, c’è anche Alvise Maniero, deputato di Alternativa in commissione Finanze he ha dichiarato: “Clamorosa retromarcia del governo anche grazie agli emendamenti di Alternativa contro questa schiforma. Circa un mese fa la sottosegretaria Guerra annunciava che senza l`approvazione della delega fiscale con annessa riforma del Catasto il Governo sarebbe caduto, oggi lo stesso Governo chiede di rinviare la discussione perché non ci sono le condizioni per portare la riforma fiscale in aula, dopo una balcanizzazione della commissione finanze con i nostri emendamenti a difesa delle case degli italiani che hanno spaccato la maggioranza”.

“Pur di soddisfare i desiderata di Bruxelles non si erano fatti scrupolo di minacciare una crisi di governo in un momento delicato come quello che stiamo vivendo, con una guerra nel cuore dell’Europa e mentre il Paese è ancora alle prese con la pessima gestione della crisi Covid e con una crisi economica da stato di pre-guerra che sta per allargarsi, con questo governo a premere sull’acceleratore del conflitto. Adesso si accorgono di non avere i numeri. Questa è l’opera dei `migliori` di fronte ai quali noi di Alternativa non ci siamo piegati e abbiamo difeso le case degli italiani da nuove tasse” ha concluso Maniero.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli