Delirio azzurro, Italia campione del mondo e nella storia

La giovane Nazionale azzurra guidata da Ferdinando De Giorgi scrive aggiunge una pagina alla già gloriosa storia della pallavolo italiana battendo 3-1 (22-25, 25-21, 25-18, 25-20) la Polonia alla Spodek Arena diventando così campione del Mondo 24 anni dopo l’ultima medaglia d`oro vinta in Giappone. Per gli azzurri si tratta del quarto titolo iridato dopo quelli ottenuti nel `90, `94 e `98 e diventando così la seconda nazionale dopo l`URSS (a quota 6 tra il `49 e l`82) a raggiungere questo traguardo.
Ferdinando De Giorgi è il primo CT italiano a vincere il titolo dopo i 2 di Velasco e uno di Bebeto; per lui si tratta addirittura del quarto titolo mondiale dopo i tre vinti da giocatore.

Il primo set della finale è iniziato con gli azzurri bravi a contenere a muro gli attacchi avversari e con Giannelli molto abile a sfruttare la buona vena di Lavia in attacco. Questo a portato ad un inizio gara equilibrato con le due squadre a contatto (18-15 per l`Italia) e con i ragazzi di De Giorgi molto efficaci difensivamente. Con il passare dei minuti Grbic ha poi inserito Kaczmarek al posto di Kurek, ma Giannelli e compagni hanno continuato a giocare davvero una buona pallavolo restando in vantaggio (21-17) successivamente recuperato dagli uomini di Grbic (21-21) che nel frattempo aveva cambiato anche il palleggiatore inserendo Lomacz.
Nella fase finale del set il pubblico di casa ha continuato a far sentire la sua pressione, gli uomini usciti dalla panchina polacca sono risultati determinanti e un muro su attacco di Romanò ha chiuso il primo set sul 25-22 a sfavore degli azzurri.
Nel secondo set i polacchi si sono portati subito sul 3-1, ma con il passare dei minuti gli azzurri si sono rifatti sotto agguantando la parità sul 7-7. Il match è proseguito a strappi con i padroni di casa che hanno tentato più di una volta di allungare ma con gli azzurri che hanno retto l`urto della forza offensiva polacca con diversi muri. Nel finale tanto coraggio per gli azzurri che nel momento clou si sono portati avanti di 3 lunghezze (24-21) chiudendo poi sul 25-21 portando la gara sull`1-1.
Terzo set iniziato con la Polonia di nuovo avanti, ma nuovamente gli azzurri ribaltano la situazione e vanno a prendersi anche il terzo set.
Quarta frazione che ha visto ancora i ragazzi di De Giorgi protagonisti di un`ottima organizzazione di gioco e bravi a resistere a un ritorno di fuoco degli avversari. Con il proseguire del set i polacchi hanno tentato una disperata rimonta (19-16), ma gli azzurri non hanno concesso nulla e, a 24 anni di distanza da Tokyo 1998, sono andati a riprendersi il titolo Mondiale (25-20).

La giovane Nazionale azzurra guidata da Ferdinando De Giorgi scrive aggiunge una pagina alla già gloriosa storia della pallavolo italiana battendo 3-1 (22-25, 25-21, 25-18, 25-20) la Polonia alla Spodek Arena diventando così campione del Mondo 24 anni dopo l’ultima medaglia d`oro vinta in Giappone. Per gli azzurri si tratta del quarto titolo iridato dopo quelli ottenuti nel `90, `94 e `98 e diventando così la seconda nazionale dopo l`URSS (a quota 6 tra il `49 e l`82) a raggiungere questo traguardo.
Ferdinando De Giorgi è il primo CT italiano a vincere il titolo dopo i 2 di Velasco e uno di Bebeto; per lui si tratta addirittura del quarto titolo mondiale dopo i tre vinti da giocatore.

Il primo set della finale è iniziato con gli azzurri bravi a contenere a muro gli attacchi avversari e con Giannelli molto abile a sfruttare la buona vena di Lavia in attacco. Questo a portato ad un inizio gara equilibrato con le due squadre a contatto (18-15 per l`Italia) e con i ragazzi di De Giorgi molto efficaci difensivamente. Con il passare dei minuti Grbic ha poi inserito Kaczmarek al posto di Kurek, ma Giannelli e compagni hanno continuato a giocare davvero una buona pallavolo restando in vantaggio (21-17) successivamente recuperato dagli uomini di Grbic (21-21) che nel frattempo aveva cambiato anche il palleggiatore inserendo Lomacz.
Nella fase finale del set il pubblico di casa ha continuato a far sentire la sua pressione, gli uomini usciti dalla panchina polacca sono risultati determinanti e un muro su attacco di Romanò ha chiuso il primo set sul 25-22 a sfavore degli azzurri.
Nel secondo set i polacchi si sono portati subito sul 3-1, ma con il passare dei minuti gli azzurri si sono rifatti sotto agguantando la parità sul 7-7. Il match è proseguito a strappi con i padroni di casa che hanno tentato più di una volta di allungare ma con gli azzurri che hanno retto l`urto della forza offensiva polacca con diversi muri. Nel finale tanto coraggio per gli azzurri che nel momento clou si sono portati avanti di 3 lunghezze (24-21) chiudendo poi sul 25-21 portando la gara sull`1-1.
Terzo set iniziato con la Polonia di nuovo avanti, ma nuovamente gli azzurri ribaltano la situazione e vanno a prendersi anche il terzo set.
Quarta frazione che ha visto ancora i ragazzi di De Giorgi protagonisti di un`ottima organizzazione di gioco e bravi a resistere a un ritorno di fuoco degli avversari. Con il proseguire del set i polacchi hanno tentato una disperata rimonta (19-16), ma gli azzurri non hanno concesso nulla e, a 24 anni di distanza da Tokyo 1998, sono andati a riprendersi il titolo Mondiale (25-20).

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli