Di Costanzo: atto governo Usa fondamentale per privacy cittadini

La questione relativa alla protezione dei dati personali è sicuramente di interesse globale, e globali devono essere le iniziative che hanno come obiettivo la tutela degli utenti, ovunque si trovino. Con lo scopo di garantire la privacy, risulta fondamentale l`Executive Order sul trasferimento dei dati tra Unione Europea e Stati Uniti emanato dal presidente americano Joe Biden.
“Si tratta di un passaggio decisivo per la definizione di un nuovo framework normativo in materia di trasferimento dei dati tra Europa e Stati Uniti dopo che il precedente accordo, il cosiddetto `Privacy Shield` è stato ritenuto illegittimo dalla Corte di Giustizia Europea. L`Executive Order  introduce nuove misure di protezione per i dati dei cittadini europei che transitano oltreoceano, limitando i poteri di sorveglianza dei servizi di intelligence americani e istituendo un nuovo meccanismo di ricorso. Le agenzie di intelligence USA, dunque, dovranno rivedere i loro processi e policy per ottemperare ai nuovi obblighi e offrire garanzie di protezione adeguate. Il prossimo passo  spetta ora alla Commissione Europea che dovrà ora adottare l`Ordine dopo aver ottenuto il parere favorevole del Board dei Garanti Europei (EDPB) e dei rappresentanti degli Stati Membri. L`atto del governo americano è un fondamentale passo in avanti per garantire la continuazione dei flussi dei dati e un’adeguata protezione della privacy dei cittadini su entrambe le sponde dell`Oceano” ha dichiarato Francesco Di Costanzo, presidente di Fondazione Italia digitale.

La questione relativa alla protezione dei dati personali è sicuramente di interesse globale, e globali devono essere le iniziative che hanno come obiettivo la tutela degli utenti, ovunque si trovino. Con lo scopo di garantire la privacy, risulta fondamentale l`Executive Order sul trasferimento dei dati tra Unione Europea e Stati Uniti emanato dal presidente americano Joe Biden.
“Si tratta di un passaggio decisivo per la definizione di un nuovo framework normativo in materia di trasferimento dei dati tra Europa e Stati Uniti dopo che il precedente accordo, il cosiddetto `Privacy Shield` è stato ritenuto illegittimo dalla Corte di Giustizia Europea. L`Executive Order  introduce nuove misure di protezione per i dati dei cittadini europei che transitano oltreoceano, limitando i poteri di sorveglianza dei servizi di intelligence americani e istituendo un nuovo meccanismo di ricorso. Le agenzie di intelligence USA, dunque, dovranno rivedere i loro processi e policy per ottemperare ai nuovi obblighi e offrire garanzie di protezione adeguate. Il prossimo passo  spetta ora alla Commissione Europea che dovrà ora adottare l`Ordine dopo aver ottenuto il parere favorevole del Board dei Garanti Europei (EDPB) e dei rappresentanti degli Stati Membri. L`atto del governo americano è un fondamentale passo in avanti per garantire la continuazione dei flussi dei dati e un’adeguata protezione della privacy dei cittadini su entrambe le sponde dell`Oceano” ha dichiarato Francesco Di Costanzo, presidente di Fondazione Italia digitale.

Previous articleErdogas
Next articleBiden niet
Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli