Dl aiuti bis, approvata internalizzazione lavoratori call center Inps

A seguito dell’ approvazione dell’ emendamento presentato dai senatori Pd che stanzia a favore dell`Inps i 20 milioni necessari da parte delle commissioni Bilancio e Finanze del Senato, i parlamentari democratici Luciano D`Alfonso e Stefania Pezzopane ed il segretario regionale democratico Michele hanno comunicato attraverso una nota ufficiale che: “La norma per la internalizzazione di lavoratori e lavoratrici del call center Inps è stata approvata. Dopo i 3000 lavoratori già avviati con il bando ora è possibile internalizzare anche gli altri 250 che rischiavano di rimanere fuori. L`operazione di straordinario valore sociale e amministrativo è nata da una precisa norma della legge di bilancio 2020. Già il processo di internalizzazione era stato avviato per molti lavoratori, con questo emendamento si arriva anche a coinvolgere altri 200 lavoratori che non operavano solo per l`Inps ma anche per l`Agenzia delle entrate. Una grande operazione da noi fortemente voluta e su cui ci siamo impegnati in Parlamento sempre con l`appoggio del ministro Orlando, che a L`Aquila in un evento aveva assicurato una soluzione nel Decreto Aiuti, e così è stato. Con questo emendamento si completa una operazione strategica unica nel suo genere che toglie dal precariato oltre 3000 operatori di cui oltre 500 a L`Aquila. Lo abbiamo detto e lo abbiamo fatto. Un grazie a lavoratori e lavoratrici per la fiducia, alle organizzazioni sindacali per il preziosissimo e costante stimolo”.

A seguito dell’ approvazione dell’ emendamento presentato dai senatori Pd che stanzia a favore dell`Inps i 20 milioni necessari da parte delle commissioni Bilancio e Finanze del Senato, i parlamentari democratici Luciano D`Alfonso e Stefania Pezzopane ed il segretario regionale democratico Michele hanno comunicato attraverso una nota ufficiale che: “La norma per la internalizzazione di lavoratori e lavoratrici del call center Inps è stata approvata. Dopo i 3000 lavoratori già avviati con il bando ora è possibile internalizzare anche gli altri 250 che rischiavano di rimanere fuori. L`operazione di straordinario valore sociale e amministrativo è nata da una precisa norma della legge di bilancio 2020. Già il processo di internalizzazione era stato avviato per molti lavoratori, con questo emendamento si arriva anche a coinvolgere altri 200 lavoratori che non operavano solo per l`Inps ma anche per l`Agenzia delle entrate. Una grande operazione da noi fortemente voluta e su cui ci siamo impegnati in Parlamento sempre con l`appoggio del ministro Orlando, che a L`Aquila in un evento aveva assicurato una soluzione nel Decreto Aiuti, e così è stato. Con questo emendamento si completa una operazione strategica unica nel suo genere che toglie dal precariato oltre 3000 operatori di cui oltre 500 a L`Aquila. Lo abbiamo detto e lo abbiamo fatto. Un grazie a lavoratori e lavoratrici per la fiducia, alle organizzazioni sindacali per il preziosissimo e costante stimolo”.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli