DL AIUTI, FASSINA (LEU):BENE DECRETO, È UN AIUTO A FAMIGLIE E IMPRESE

In merito all’ informativa del Ministro Cingolani è intervenuto in Aula a Montecitorio Stefano Fassina (LeU) dichiarando: “Il Decreto approvato ieri dal Consiglio dei Ministri è un altro intervento di soccorso per famiglie e imprese. Non lo sottovalutiamo. Abbiamo apprezzato, in particolare, l’innalzamento del contributo straordinario sugli extraprofitti, come LeU aveva chiesto nell`ordine del giorno approvato alla Camera dei Deputati. Tuttavia, le condizioni di milioni di famiglie e di micro e piccole imprese sono drammatiche e impongono ulteriori interventi. Non possiamo continuare a rincorrere gli effetti dell`aumento del prezzo del gas e, a cascata, dell`energia e delle materie prime. Il Governo italiano deve introdurre un tetto al prezzo del gas”.
Il deputato ha poi concluso: “Non possiamo attendere ancora la decisione del Consiglio europeo”, prosegue il parlamentare di Liberi e Uguali. Nonostante le differenze nell`assetto infrastrutturale e nelle fonti di approvvigionamento, il meccanismo attivato da Spagna e Portogallo è possibile anche in Italia e il controllo dello Stato dei principali operatori dell`energia consente di evitare la riduzione dell`offerta nazionale. È una fase drammatica a causa della guerra. Sono necessarie misure straordinarie da economia di guerra”.

In merito all’ informativa del Ministro Cingolani è intervenuto in Aula a Montecitorio Stefano Fassina (LeU) dichiarando: “Il Decreto approvato ieri dal Consiglio dei Ministri è un altro intervento di soccorso per famiglie e imprese. Non lo sottovalutiamo. Abbiamo apprezzato, in particolare, l’innalzamento del contributo straordinario sugli extraprofitti, come LeU aveva chiesto nell`ordine del giorno approvato alla Camera dei Deputati. Tuttavia, le condizioni di milioni di famiglie e di micro e piccole imprese sono drammatiche e impongono ulteriori interventi. Non possiamo continuare a rincorrere gli effetti dell`aumento del prezzo del gas e, a cascata, dell`energia e delle materie prime. Il Governo italiano deve introdurre un tetto al prezzo del gas”.
Il deputato ha poi concluso: “Non possiamo attendere ancora la decisione del Consiglio europeo”, prosegue il parlamentare di Liberi e Uguali. Nonostante le differenze nell`assetto infrastrutturale e nelle fonti di approvvigionamento, il meccanismo attivato da Spagna e Portogallo è possibile anche in Italia e il controllo dello Stato dei principali operatori dell`energia consente di evitare la riduzione dell`offerta nazionale. È una fase drammatica a causa della guerra. Sono necessarie misure straordinarie da economia di guerra”.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli