Donazzan: modello del Veneto offre dignità

In occasione del convegno di Confcooperative ‘Per una cooperazione di inserimento lavorativo a prova di futuro’ a Vicenza, l’ Assessore regionale al Lavoro Elena Donazzan, ha dichiarato: “Da anni la Regione del Veneto lavora sull’inserimento al lavoro delle persone fragili. Stiamo parlando non solo dei lavoratori svantaggiati ai sensi della normativa, ma di tutte quelle persone che hanno basso titolo di scolarità, vivono complessità sociali e tutto ciò che rende difficile trovare dignità attraverso il lavoro. Siamo stati pionieri con i lavori di pubblica utilità ben diversi dall’assistenzialismo puro, e con il coinvolgimento dei Comuni abbiamo inserito persone che avevano vari disagi, trovando la modalità di piccoli lavori.
Misure che hanno dato ottimi risultati a differenza del reddito di cittadinanza. Ciò che non ha funzionato in una misura di assistenzialismo puro qual è il reddito di cittadinanza è stato proprio non pensare che si esce dallo stato di disagio attraverso la dignità del lavoro. Cosa che in Veneto abbiamo fatto”.

In occasione del convegno di Confcooperative ‘Per una cooperazione di inserimento lavorativo a prova di futuro’ a Vicenza, l’ Assessore regionale al Lavoro Elena Donazzan, ha dichiarato: “Da anni la Regione del Veneto lavora sull’inserimento al lavoro delle persone fragili. Stiamo parlando non solo dei lavoratori svantaggiati ai sensi della normativa, ma di tutte quelle persone che hanno basso titolo di scolarità, vivono complessità sociali e tutto ciò che rende difficile trovare dignità attraverso il lavoro. Siamo stati pionieri con i lavori di pubblica utilità ben diversi dall’assistenzialismo puro, e con il coinvolgimento dei Comuni abbiamo inserito persone che avevano vari disagi, trovando la modalità di piccoli lavori.
Misure che hanno dato ottimi risultati a differenza del reddito di cittadinanza. Ciò che non ha funzionato in una misura di assistenzialismo puro qual è il reddito di cittadinanza è stato proprio non pensare che si esce dallo stato di disagio attraverso la dignità del lavoro. Cosa che in Veneto abbiamo fatto”.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli