Cronaca

E’ morto Giorgio Napolitano

di Angelo Vitolo -


“E’ morto Napolitano”: in serata i take di agenzia. Fu il terzo napoletano eletto Capo dello Stato dopo Enrico De Nicola e Giovanni Leone, il primo comunista a sedere sulla poltrona del Quirinale: è morto a Roma Giorgio Napolitano, presidente emerito della Repubblica. Il decesso in una clinica privata ove era ricoverato da mesi. Negli ultimi giorni le sue condizioni si erano aggravate, il prossimo 29 giugno avrebbe compiuto 98 anni.

Da migliorista a presidente della Repubblica, inseguito spesso dalle polemiche politiche (“dittatore” per Silvio Berlusconi, su “Cuore” la satira scrisse che piaceva a tutti tranne che ai comunisti), negli ultimi anni bersaglio di odio online. Il primo anche a essere rieletto, fu capo dello Stato la prima volta dal 15 maggio 2006 al 14 gennaio 2015. Fu uomo delle riforme da promuovere e in cui credere a tutti i costi, napoletano di eleganza sobria, “pignolo”, come amava definirsi lui stesso. Al suo fianco, sempre la moglie Clio.

In precedenza era stato  presidente della Camera subentrando a Oscar Luigi Scalfaro. Fu ministro dell’Interno nel primo governo di Romano Prodi, deputato, europarlamentare, senatore a vita. Il 20 aprile 2013 fu rieletto Capo dello Stato. E’ stato il più anziano tra i Capi di Stato in Europa.

Al Quirinale chiamò a Palazzo Chigi, oltre che Prodi, lo stesso Silvio Berlusconi, Mario Monti, Enrico Letta, Matteo Renzi. In queste ore, numerosi i messaggi di cordoglio, in Italia e all’estero, dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella alla presidente del Consiglio dei ministri Giorgia Meloni, dai ministri dell’esecutivo in carica alla segretaria del Partito democratico Elly Schlein, fino al pontefice. Alla moglie Clio il messaggio di Papa Bergoglio.

 


Torna alle notizie in home