Economia sul campo per i laureati del futuro: intesa tra un Ateneo del Sud e Confindustria

Contribuire allo sviluppo del territorio, delle sue istituzioni e delle sue aziende, stimolando la cultura dell’innovazione economica, manageriale e sociale. E’ l’obiettivo, con attività di ricerca, di informazione e divulgazione, di un’intesa che un Ateneo del Sud ha stretto con il mondo delle imprese. A Capua, il Dipartimento di Economia dell’Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli ha sottoscritto un accordo con Confindustria Caserta.

Grazie ad esso, il Dipartimento consulterà in stretto raccordo l’associazione degli imprenditori del distretto da decenni denominato Terra di Lavoro per adeguare l’offerta formativa sulla base delle esigenze della domanda e dei fabbisogni di professionalità nel mercato. E la sinergia sarà rafforzata con stage curriculari che gli studenti svolgeranno direttamente nelle aziende della provincia di Caserta, individuando anche temi per tesi di laurea che analizzino casi reali di interesse delle imprese.

Al centro dell’intesa anche attività congiunte di analisi, ricerca e studio dell’economia e delle imprese del territorio o su temi di particolare rilevanza per il sistema confindustriale. Oltre ad azioni info-formative centrate sulla divulgazione di tematiche innovative. E giornate di studio ed incontri.

Il vertice di Confindustria Caserta, Beniamino Schiavone rileva nella “qualità del Dipartimento di Economia e nella visione del corpo docente, un valido supporto alle filiere produttive, impegnate nell’affermare la ripresa dalla crisi pandemica. Questa sinergia darà un importante contributo alle aziende e, al tempo stesso, fornirà opportunità di lavoro ai giovani del nostro territorio, contribuendone al rilancio”.

Il suo vice, Adolfo Bottazzo, guarda al Dipartimento di Economia dell’ateneo come “un osservatorio privilegiato per un percorso di crescita che porti alla realizzazione di attività comuni e alla nascita di idee innovative”.

La direttrice del Dipartimento, Maria Antonia Ciocia, rimarca che “In questa fase storica è di fondamentale valenza la diffusione della cultura della sostenibilità a tutti i livelli di intervento. L’accordo va anche in questo senso e il Dipartimento di Economia è pronto ad affrontare la svolta”.

Contribuire allo sviluppo del territorio, delle sue istituzioni e delle sue aziende, stimolando la cultura dell’innovazione economica, manageriale e sociale. E’ l’obiettivo, con attività di ricerca, di informazione e divulgazione, di un’intesa che un Ateneo del Sud ha stretto con il mondo delle imprese. A Capua, il Dipartimento di Economia dell’Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli ha sottoscritto un accordo con Confindustria Caserta.

Grazie ad esso, il Dipartimento consulterà in stretto raccordo l’associazione degli imprenditori del distretto da decenni denominato Terra di Lavoro per adeguare l’offerta formativa sulla base delle esigenze della domanda e dei fabbisogni di professionalità nel mercato. E la sinergia sarà rafforzata con stage curriculari che gli studenti svolgeranno direttamente nelle aziende della provincia di Caserta, individuando anche temi per tesi di laurea che analizzino casi reali di interesse delle imprese.

Al centro dell’intesa anche attività congiunte di analisi, ricerca e studio dell’economia e delle imprese del territorio o su temi di particolare rilevanza per il sistema confindustriale. Oltre ad azioni info-formative centrate sulla divulgazione di tematiche innovative. E giornate di studio ed incontri.

Il vertice di Confindustria Caserta, Beniamino Schiavone rileva nella “qualità del Dipartimento di Economia e nella visione del corpo docente, un valido supporto alle filiere produttive, impegnate nell’affermare la ripresa dalla crisi pandemica. Questa sinergia darà un importante contributo alle aziende e, al tempo stesso, fornirà opportunità di lavoro ai giovani del nostro territorio, contribuendone al rilancio”.

Il suo vice, Adolfo Bottazzo, guarda al Dipartimento di Economia dell’ateneo come “un osservatorio privilegiato per un percorso di crescita che porti alla realizzazione di attività comuni e alla nascita di idee innovative”.

La direttrice del Dipartimento, Maria Antonia Ciocia, rimarca che “In questa fase storica è di fondamentale valenza la diffusione della cultura della sostenibilità a tutti i livelli di intervento. L’accordo va anche in questo senso e il Dipartimento di Economia è pronto ad affrontare la svolta”.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli