ENERGIA, BONAFÈ(PD): TRANSIZIONE ECOLOGICA FONDAMENTALE PER EUROPA

“La transizione ecologica è la chiave per rispondere alla dipendenza energetica dalla Russia, ai cambiamenti climatici e agli eventi metereologici estremi”. Sono queste le parole scelte per il suo discorso da  Simona Bonafè Plenaria di Strasburgo.

L’europarlamentare del Pd  ha aggiunto: “Se ne parla sempre troppo poco eppure  il cambiamento climatico è realtà, anche alle nostre latitudini. I dati del report del gruppo di esperti intergovernativo sui cambiamenti climatici che discutiamo oggi ci confermano la drammaticità di una situazione che se non prendiamo in mano adesso, e se continuiamo a girarci dall`altra parte, diventerà la prossima grave emergenza con la quale si dovrà misurare la nostra generazione, dopo la pandemia e dopo questa tragica guerra in Ucraina”.

Bonafè ha concluso: “Io dico, soprattutto a quanti in questi giorni vogliono mettere nel cassetto il Green Deal perché altri sono i problemi che è proprio la transizione ecologica la chiave per rispondere non solo alla dipendenza energetica dalla Russia, oggi assolutamente necessaria, ma anche ai cambiamenti climatici e agli eventi metereologici estremi che stanno già producendo ripercussioni sulla nostra sicurezza alimentare e sulla scarsità della risorsa idrica, ma anche in generale sulla nostra economia perché le alluvioni e la siccità hanno un costo, purtroppo anche in termini di vite umane. C`è un “punto di non ritorno” indicato nel Report e non ci possiamo permettere di superarlo, anche perché´ abbiamo tutti gli strumenti per agire”.

“La transizione ecologica è la chiave per rispondere alla dipendenza energetica dalla Russia, ai cambiamenti climatici e agli eventi metereologici estremi”. Sono queste le parole scelte per il suo discorso da  Simona Bonafè Plenaria di Strasburgo.

L’europarlamentare del Pd  ha aggiunto: “Se ne parla sempre troppo poco eppure  il cambiamento climatico è realtà, anche alle nostre latitudini. I dati del report del gruppo di esperti intergovernativo sui cambiamenti climatici che discutiamo oggi ci confermano la drammaticità di una situazione che se non prendiamo in mano adesso, e se continuiamo a girarci dall`altra parte, diventerà la prossima grave emergenza con la quale si dovrà misurare la nostra generazione, dopo la pandemia e dopo questa tragica guerra in Ucraina”.

Bonafè ha concluso: “Io dico, soprattutto a quanti in questi giorni vogliono mettere nel cassetto il Green Deal perché altri sono i problemi che è proprio la transizione ecologica la chiave per rispondere non solo alla dipendenza energetica dalla Russia, oggi assolutamente necessaria, ma anche ai cambiamenti climatici e agli eventi metereologici estremi che stanno già producendo ripercussioni sulla nostra sicurezza alimentare e sulla scarsità della risorsa idrica, ma anche in generale sulla nostra economia perché le alluvioni e la siccità hanno un costo, purtroppo anche in termini di vite umane. C`è un “punto di non ritorno” indicato nel Report e non ci possiamo permettere di superarlo, anche perché´ abbiamo tutti gli strumenti per agire”.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli