Energia, Fedriga: polemiche inutili su ecobonus regionale

Massimiliano Fedriga, presidente del Friuli Venezia Giulia, si è espresso nuovamente in merito alla discussione relativa all’ecobonus regionale, contestato per i tempi dall’opposizione in Consiglio regionale: “Ho visto delle polemiche inutili che cerco di smentire con i fatti ed i ragionamenti. Abbiamo detto che faremo una norma all’inizio del prossimo anno proprio per uniformarci alle modifiche che verranno fatte in Legge di bilancio sulle detrazioni ed i bonus energetici così da poterli sommare e non renderli alternativi a quelli nazionali. E, dunque, per dare un maggior vantaggio ai cittadini di questa Regione. Oltretutto li faremo con effetto retroattivo, quindi sicuramente dedicheremo le ultime settimane, gli ultimi mesi del 2022. Abbiamo scelto di approvare la norma a seguito della legge di bilancio nazionale perché altrimenti rischiavamo di utilizzare le risorse della Regione, sprecandole, e non dando un maggior beneficio ai cittadini di questa Regione perché se si modifica la legge nazionale non riusciamo ad agganciarci per sommarci”.

Fedriga ha poi concluso: “Sono contento oggettivamente che abbiano difficoltà a trovare critiche. Mi piacerebbe avere un’opposizione, in questa Regione, che quando si fanno delle scelte consapevoli possa condividere anche la strada intrapresa. Purtroppo, siamo nel paese della critica a prescindere e della lotta fra le parti a prescindere dove se uno è all’opposizione deve per forza dire quello che alla maggioranza va male”.

Massimiliano Fedriga, presidente del Friuli Venezia Giulia, si è espresso nuovamente in merito alla discussione relativa all’ecobonus regionale, contestato per i tempi dall’opposizione in Consiglio regionale: “Ho visto delle polemiche inutili che cerco di smentire con i fatti ed i ragionamenti. Abbiamo detto che faremo una norma all’inizio del prossimo anno proprio per uniformarci alle modifiche che verranno fatte in Legge di bilancio sulle detrazioni ed i bonus energetici così da poterli sommare e non renderli alternativi a quelli nazionali. E, dunque, per dare un maggior vantaggio ai cittadini di questa Regione. Oltretutto li faremo con effetto retroattivo, quindi sicuramente dedicheremo le ultime settimane, gli ultimi mesi del 2022. Abbiamo scelto di approvare la norma a seguito della legge di bilancio nazionale perché altrimenti rischiavamo di utilizzare le risorse della Regione, sprecandole, e non dando un maggior beneficio ai cittadini di questa Regione perché se si modifica la legge nazionale non riusciamo ad agganciarci per sommarci”.

Fedriga ha poi concluso: “Sono contento oggettivamente che abbiano difficoltà a trovare critiche. Mi piacerebbe avere un’opposizione, in questa Regione, che quando si fanno delle scelte consapevoli possa condividere anche la strada intrapresa. Purtroppo, siamo nel paese della critica a prescindere e della lotta fra le parti a prescindere dove se uno è all’opposizione deve per forza dire quello che alla maggioranza va male”.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli