Energia, Sangalli: preoccupati per futuro economico del paese

In occasione del Forum di Impresa cultura Italia-Confcommercio è intervenuto Carlo Sangalli, presidente di Confcommercio, dichiarando: “Siamo molto preoccupati per le prospettive economiche del nostro Paese. Da una parte un`inflazione che viaggia ormai verso il 10% e sta riducendo il potere di acquisto delle famiglie. Dall`altra, il caro energia inarrestabile che sta mettendo in ginocchio il sistema di imprese con una prospettiva di chiusura per moltissime attività. Tutto questo rende sempre più concreti i rischi di recessione. Il Governo, anche in raccordo con l`Europa, deve affrontare con la massima urgenza la questione energetica, a cominciare dal cosiddetto ‘energy recovery fund’, dalla fissazione di un tetto al prezzo del gas e dalla revisione dei meccanismi e delle regole di formazione del prezzo dell`elettricità. Ma dovrà anche affrontare una complicatissima equazione: meno crescita e più inflazione. Vanno messi subito in campo, quindi, interventi strutturali per superare la crisi energetica, contenere l`inflazione ed evitare il pericolo recessione”.

In occasione del Forum di Impresa cultura Italia-Confcommercio è intervenuto Carlo Sangalli, presidente di Confcommercio, dichiarando: “Siamo molto preoccupati per le prospettive economiche del nostro Paese. Da una parte un`inflazione che viaggia ormai verso il 10% e sta riducendo il potere di acquisto delle famiglie. Dall`altra, il caro energia inarrestabile che sta mettendo in ginocchio il sistema di imprese con una prospettiva di chiusura per moltissime attività. Tutto questo rende sempre più concreti i rischi di recessione. Il Governo, anche in raccordo con l`Europa, deve affrontare con la massima urgenza la questione energetica, a cominciare dal cosiddetto ‘energy recovery fund’, dalla fissazione di un tetto al prezzo del gas e dalla revisione dei meccanismi e delle regole di formazione del prezzo dell`elettricità. Ma dovrà anche affrontare una complicatissima equazione: meno crescita e più inflazione. Vanno messi subito in campo, quindi, interventi strutturali per superare la crisi energetica, contenere l`inflazione ed evitare il pericolo recessione”.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli