Energia, Sbarra: a rischio migliaia di posti di lavoro

“La situazione continua a essere drammatica, centinaia di migliaia di posti di lavoro sono a rischio nella sola manifattura. Complessivamente si stima un milione di posti di lavoro che rischiano di saltare nei prossimi mesi”. Queste le parole da pronunciate quest’oggi da Luigi Sbarra, leader della Cisl, ai microfoni di Isoradio in merito all’inflazione e all’aumento delle bollette di luce e gas.

“Bisogna intervenire in maniera decisa attraverso due livelli il primo riguarda l’Europa che deve mettere in campo un forte e deciso intervento con un tetto massimo al prezzo del gas, un recovery energia e rifinanziando il programma Sure. Poi serve un’azione decisa dell’attuale Governo con un decreto da assumere con urgenza e straordinarietà finalizzato a liberare risorse per sostenere le imprese, in particolare energivore, e anche le famiglie, in particolare lavoratori dipendenti e pensionati, mettendo un tetto sociale al prezzo dell’energia” ha concluso Sbarra.

“La situazione continua a essere drammatica, centinaia di migliaia di posti di lavoro sono a rischio nella sola manifattura. Complessivamente si stima un milione di posti di lavoro che rischiano di saltare nei prossimi mesi”. Queste le parole da pronunciate quest’oggi da Luigi Sbarra, leader della Cisl, ai microfoni di Isoradio in merito all’inflazione e all’aumento delle bollette di luce e gas.

“Bisogna intervenire in maniera decisa attraverso due livelli il primo riguarda l’Europa che deve mettere in campo un forte e deciso intervento con un tetto massimo al prezzo del gas, un recovery energia e rifinanziando il programma Sure. Poi serve un’azione decisa dell’attuale Governo con un decreto da assumere con urgenza e straordinarietà finalizzato a liberare risorse per sostenere le imprese, in particolare energivore, e anche le famiglie, in particolare lavoratori dipendenti e pensionati, mettendo un tetto sociale al prezzo dell’energia” ha concluso Sbarra.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli