Esami di maturità, oggi la prima prova. Si torna agli scritti

Cominciano oggi, per gli studenti dell’ultimo anno delle superiori, gli esami di maturità. La prima prova, dopo due anni di sospensione a causa del covid, sarà il tema, seguito, il giorno successivo, da uno scritto multidisciplinare diverso per ogni indirizzo di studio. Poi, a partire dal 27 giugno, ci saranno le interrogazioni orali.

Sui banchi ci saranno poco meno di 540 mila ragazzi e ragazze. E se nel 2020 tutti gli iscritti all’ultimo anno furono ammessi, in questo 2022 il dato dei non ammessi risulta comunque in linea con quello degli anni pre-pandemia.

“I docenti hanno tenuto in considerazione il vissuto di questi anni: i maturandi sono ragazzi che hanno fatto il triennio nel periodo del covid: anni in presenza sulla carta ma con una forte mancanza di continuità e disagi che si porteranno acanti nei prossimi anni” dice in proposito, stando a quanto riportato da Ansa, Cristina Costarelli, presidente dell’Associazione nazionale presidi del Lazio.

Quanto alla possibilità di essere bocciati, le statistiche rivelano che è molto ridotta: nel 2021 fu di appena lo 0,2% e negli anni precedenti la percentuale non si è discostata di molto da quella indicata. Nel frattempo gli esaminandi sono chini sui libri per l’ultimo frenetico ripasso. E quanto ai temi, secondo un’indagine a campione pubblicata da Studenti.it, l’argomento dell’esame scritto sarà relativo a tematiche di attualità: per il 48% dei 14.500 intervistati la traccia sarà sulla guerra; il 14% invece si augura di poter scrivere di storie di successo dell’Italia nello sport e nella musica. Il 12% sommette invece su un tema dedicato alla crisi energetica ed infine il 10% ritiene che si parlerà di ambiente.

Cominciano oggi, per gli studenti dell’ultimo anno delle superiori, gli esami di maturità. La prima prova, dopo due anni di sospensione a causa del covid, sarà il tema, seguito, il giorno successivo, da uno scritto multidisciplinare diverso per ogni indirizzo di studio. Poi, a partire dal 27 giugno, ci saranno le interrogazioni orali.

Sui banchi ci saranno poco meno di 540 mila ragazzi e ragazze. E se nel 2020 tutti gli iscritti all’ultimo anno furono ammessi, in questo 2022 il dato dei non ammessi risulta comunque in linea con quello degli anni pre-pandemia.

“I docenti hanno tenuto in considerazione il vissuto di questi anni: i maturandi sono ragazzi che hanno fatto il triennio nel periodo del covid: anni in presenza sulla carta ma con una forte mancanza di continuità e disagi che si porteranno acanti nei prossimi anni” dice in proposito, stando a quanto riportato da Ansa, Cristina Costarelli, presidente dell’Associazione nazionale presidi del Lazio.

Quanto alla possibilità di essere bocciati, le statistiche rivelano che è molto ridotta: nel 2021 fu di appena lo 0,2% e negli anni precedenti la percentuale non si è discostata di molto da quella indicata. Nel frattempo gli esaminandi sono chini sui libri per l’ultimo frenetico ripasso. E quanto ai temi, secondo un’indagine a campione pubblicata da Studenti.it, l’argomento dell’esame scritto sarà relativo a tematiche di attualità: per il 48% dei 14.500 intervistati la traccia sarà sulla guerra; il 14% invece si augura di poter scrivere di storie di successo dell’Italia nello sport e nella musica. Il 12% sommette invece su un tema dedicato alla crisi energetica ed infine il 10% ritiene che si parlerà di ambiente.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli