Europarlamento, Roberta Metsola nuova presidente

È Roberta Metsola, 43 anni, maltese, la nuova presidente del Parlamento Europeo. La candidata del Ppe è stata eletta al primo turno con 458 voti favorevoli su 690 votanti, superando la svedese Alice Kunkhe (Verdi/Ale) e la spagnola Sira Rego (La Sinistra Gue).

“Onorerò David Sassoli come presidente battendomi sempre per l’Europa”, ha detto Metsola pronunciando in italiano le sue prime parole dopo l’elezione -. David era un combattente per l’Europa. Credeva nel potere dell’Europa. Grazie David”, ha aggiunto ricordando l’ex presidente del Parlamento europeo, scomparso lo scorso 11 gennaio. “Mi sento onorata della responsabilità che mi affidate. Prometto che farò del mio meglio per lavorare a vantaggio di tutti i cittadini”.

Sull’Unione Europea ha auspicato che si recuperino “fede ed entusiasmo nei confronti del nostro progetto. Credo in uno spazio condiviso più giusto, equo e solidale. La disinformazione nel periodo pandemico ha alimentato isolazionismo e nazionalismo, queste sono false illusioni, l’Europa è l’esatto opposto di questo”. Poi ha sottolineato: “Il green deal è l’occasione per l’Europa per reinventarsi. La lotta al cambiamento climatico è un destino comune, non è possibile separare ambiente ed economia. Il Fondo per ripresa e resilienza sarà occasione per finanziare la transizione”.

Accolto con un lungo applauso dall’emiciclo l’annuncio dell’elezione di Metsola, che ha ottenuto 113 voti in più rispetto al suo predecessore Sassoli, che fu eletto al secondo turno. A suo favore hanno votato anche la Lega e il gruppo Ecr. La candidata del Ppe è la più giovane presidente dell’Assemblea di Strasburgo e la terza donna nella storia del Parlamento europeo, dopo le due francesi Simone Veil e Nicole Fontaine.

Immediate le congratulazioni della presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen, che ha sottolineato come si tratti della terza donna “alla guida di questa casa nobile. Il tuo duro lavoro e la tua determinazione saranno di ispirazione per tutti noi. Noi lavoreremo a stretto contatto per la ripresa e per un futuro europeo verde, digitale, e luminoso”.

È Roberta Metsola, 43 anni, maltese, la nuova presidente del Parlamento Europeo. La candidata del Ppe è stata eletta al primo turno con 458 voti favorevoli su 690 votanti, superando la svedese Alice Kunkhe (Verdi/Ale) e la spagnola Sira Rego (La Sinistra Gue).

“Onorerò David Sassoli come presidente battendomi sempre per l’Europa”, ha detto Metsola pronunciando in italiano le sue prime parole dopo l’elezione -. David era un combattente per l’Europa. Credeva nel potere dell’Europa. Grazie David”, ha aggiunto ricordando l’ex presidente del Parlamento europeo, scomparso lo scorso 11 gennaio. “Mi sento onorata della responsabilità che mi affidate. Prometto che farò del mio meglio per lavorare a vantaggio di tutti i cittadini”.

Sull’Unione Europea ha auspicato che si recuperino “fede ed entusiasmo nei confronti del nostro progetto. Credo in uno spazio condiviso più giusto, equo e solidale. La disinformazione nel periodo pandemico ha alimentato isolazionismo e nazionalismo, queste sono false illusioni, l’Europa è l’esatto opposto di questo”. Poi ha sottolineato: “Il green deal è l’occasione per l’Europa per reinventarsi. La lotta al cambiamento climatico è un destino comune, non è possibile separare ambiente ed economia. Il Fondo per ripresa e resilienza sarà occasione per finanziare la transizione”.

Accolto con un lungo applauso dall’emiciclo l’annuncio dell’elezione di Metsola, che ha ottenuto 113 voti in più rispetto al suo predecessore Sassoli, che fu eletto al secondo turno. A suo favore hanno votato anche la Lega e il gruppo Ecr. La candidata del Ppe è la più giovane presidente dell’Assemblea di Strasburgo e la terza donna nella storia del Parlamento europeo, dopo le due francesi Simone Veil e Nicole Fontaine.

Immediate le congratulazioni della presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen, che ha sottolineato come si tratti della terza donna “alla guida di questa casa nobile. Il tuo duro lavoro e la tua determinazione saranno di ispirazione per tutti noi. Noi lavoreremo a stretto contatto per la ripresa e per un futuro europeo verde, digitale, e luminoso”.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli

Squalo bianco

Il lato sinistro di Giuseppi

Lega Sud

Sorpresa il partito del Nord

Il ministro Fedriga