FAMIGLIA, VALENTE(PD): SENTENZA MASSARO STORICA

“La sentenza della Cassazione sul caso Massaro è storica perché chiarisce una volta per tutte che in uno stato di diritto un bambino non può essere prelevato a forza contro la sua volontà e che le decisioni sull`affido vanno assunte caso per caso sempre nel preminente interesse del minore, perché non esiste un diritto alla bigenitorialità sovraordinato. E` storica anche perché mette in fila una serie di principi e mostra come va costruito un processo di affido in caso di separazione: con operatori formati che sanno riconoscere la violenza maschile e ascoltando sempre il minore. Nel caso di Laura Massaro è stata dimostrata una straordinaria competenza da parte della magistratura e degli avvocati coinvolti, le avvocate di Differenza Donna sono state straordinarie”. Questo il pensiero della presidente della Commissione Femminicidio, Valeria Valente, a Radio Immagina.

Valente ha poi aggiunto: “Come Commissione Femminicidio ci siamo occupati di questa vicenda, due
operatori della giustizia sono nostri consulenti, stiamo facendo scuola su come leggere la violenza e di questo sono contenta. Stiamo lavorando sulla specializzazione degli operatori e sul ruolo delle agenzie educative, dalla scuola all`università alla famiglia. Bisogna formare insegnanti che formano i ragazzi, scrivere libri testo senza stereotipi e pregiudizi contro le donne. E poi devono mobilitarsi gli uomini e assumersi la responsabilità di un cambiamento, l`identità maschile non può essere costruita sulla sopraffazione”.

“La sentenza della Cassazione sul caso Massaro è storica perché chiarisce una volta per tutte che in uno stato di diritto un bambino non può essere prelevato a forza contro la sua volontà e che le decisioni sull`affido vanno assunte caso per caso sempre nel preminente interesse del minore, perché non esiste un diritto alla bigenitorialità sovraordinato. E` storica anche perché mette in fila una serie di principi e mostra come va costruito un processo di affido in caso di separazione: con operatori formati che sanno riconoscere la violenza maschile e ascoltando sempre il minore. Nel caso di Laura Massaro è stata dimostrata una straordinaria competenza da parte della magistratura e degli avvocati coinvolti, le avvocate di Differenza Donna sono state straordinarie”. Questo il pensiero della presidente della Commissione Femminicidio, Valeria Valente, a Radio Immagina.

Valente ha poi aggiunto: “Come Commissione Femminicidio ci siamo occupati di questa vicenda, due
operatori della giustizia sono nostri consulenti, stiamo facendo scuola su come leggere la violenza e di questo sono contenta. Stiamo lavorando sulla specializzazione degli operatori e sul ruolo delle agenzie educative, dalla scuola all`università alla famiglia. Bisogna formare insegnanti che formano i ragazzi, scrivere libri testo senza stereotipi e pregiudizi contro le donne. E poi devono mobilitarsi gli uomini e assumersi la responsabilità di un cambiamento, l`identità maschile non può essere costruita sulla sopraffazione”.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli