Fvg, Zilli: aiutiamo famiglie e imprese regione

In occasione dei lavori della I Commissione, la quale sta analizzando il disegno di legge n. 171,
l'assessore alle Finanze della Regione Friuli Venezia Giulia, Barbara Zilli, ha dichiarato: "Con questa
manovra di Assestamento prosegue la nostra azione strategica a favore, contemporaneamente, di
famiglie e tessuto economico del Friuli Venezia Giulia. I cittadini della nostra Regione stanno
fronteggiando infatti una vera e propria emergenza a causa dell'aumento dell'inflazione e della crescita
dei costi, in particolare quelli energetici. Allo stesso tempo continuiamo a fornire alle aziende del
territorio, che per tutto il 2021 e nella prima parte del 2022 hanno dimostrato una eccezionale capacità di
tenuta, gli strumenti finanziari necessari per crescere ancora nonostante le difficoltà legate alla pandemia
e al conflitto in Ucraina. Si tratta di una manovra di 764 milioni di euro che, per effetto degli ultimi
emendamenti della Giunta, presenta un aumento dell'impiego dell'avanzo di amministrazione per 43
milioni di euro rispetto la dotazione iniziale di 721 milioni. Tra gli ultimi provvedimenti troviamo un fondo
di 30 milioni di euro destinato agli enti locali e altri 9 milioni di euro per un programma straordinario per
garantire il fabbisogno irriguo, in aggiunta ai 9 milioni di euro già stanziati. Stiamo già vedendo i primi
effetti di una recessione tecnica che negli ultimi due trimestri dell'anno finirà per palesarsi in tutta la sua
drammaticità. Per farci trovare pronti abbiamo già accantonato risorse adeguate".

In occasione dei lavori della I Commissione, la quale sta analizzando il disegno di legge n. 171,
l'assessore alle Finanze della Regione Friuli Venezia Giulia, Barbara Zilli, ha dichiarato: "Con questa
manovra di Assestamento prosegue la nostra azione strategica a favore, contemporaneamente, di
famiglie e tessuto economico del Friuli Venezia Giulia. I cittadini della nostra Regione stanno
fronteggiando infatti una vera e propria emergenza a causa dell'aumento dell'inflazione e della crescita
dei costi, in particolare quelli energetici. Allo stesso tempo continuiamo a fornire alle aziende del
territorio, che per tutto il 2021 e nella prima parte del 2022 hanno dimostrato una eccezionale capacità di
tenuta, gli strumenti finanziari necessari per crescere ancora nonostante le difficoltà legate alla pandemia
e al conflitto in Ucraina. Si tratta di una manovra di 764 milioni di euro che, per effetto degli ultimi
emendamenti della Giunta, presenta un aumento dell'impiego dell'avanzo di amministrazione per 43
milioni di euro rispetto la dotazione iniziale di 721 milioni. Tra gli ultimi provvedimenti troviamo un fondo
di 30 milioni di euro destinato agli enti locali e altri 9 milioni di euro per un programma straordinario per
garantire il fabbisogno irriguo, in aggiunta ai 9 milioni di euro già stanziati. Stiamo già vedendo i primi
effetti di una recessione tecnica che negli ultimi due trimestri dell'anno finirà per palesarsi in tutta la sua
drammaticità. Per farci trovare pronti abbiamo già accantonato risorse adeguate".

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli