Gas, Urso: rigassificatori galleggianti devono essere due

 

Adolfo Urso, ministro per le Imprese e il Made in Italy, ha quest’oggi affermato: “Dobbiamo assolutamente garantire che si siano due rigassificatori galleggianti, il primo entro aprile, il secondo nella seconda parte dell’anno. Bisogna anche ascoltare i territori, e noi lo faremo”, lavorando su misure compensative “per far capire ai cittadini che non vogliamo creare altra violenza al territorio dopo le inadempienze subite in passato”. Uno dei due rigassificatori “si deve fare comunque nel Nord Tirreno, e io credo che si possa fare a Piombino, agendo con modalità diverse dal passato. Incentiveremo a tornare le imprese che hanno spostato il domicilio fiscale all’estero”. Gli aiuti contro il caro bollette invece,  “vanno dati ovviamente con criteri generali che riguardano tutte le imprese energivore” e il gas in più estratto “sarà destinato per il 75% alle imprese” che verrà pagato “decisamente meno”.

 

Adolfo Urso, ministro per le Imprese e il Made in Italy, ha quest’oggi affermato: “Dobbiamo assolutamente garantire che si siano due rigassificatori galleggianti, il primo entro aprile, il secondo nella seconda parte dell’anno. Bisogna anche ascoltare i territori, e noi lo faremo”, lavorando su misure compensative “per far capire ai cittadini che non vogliamo creare altra violenza al territorio dopo le inadempienze subite in passato”. Uno dei due rigassificatori “si deve fare comunque nel Nord Tirreno, e io credo che si possa fare a Piombino, agendo con modalità diverse dal passato. Incentiveremo a tornare le imprese che hanno spostato il domicilio fiscale all’estero”. Gli aiuti contro il caro bollette invece,  “vanno dati ovviamente con criteri generali che riguardano tutte le imprese energivore” e il gas in più estratto “sarà destinato per il 75% alle imprese” che verrà pagato “decisamente meno”.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli