Genova, protesta lavoratori navali contro il trasferimento

A Genova si è tenuta una protesta tenuta dai lavoratori delle riparazioni navali contro la possibilità di trasferimento del comparto. In seguito ad un’assemblea proposta da Fim, Fiom e Uilm, davanti al varco portuale delle Grazie, i lavoratori hanno raggiunto Palazzo San Giorgio provocando disagi al traffico.
Dal comunicato della Fiom Cgil di Genova si legge:  “L’assemblea è stata convocata dalle organizzazioni sindacali di categoria dopo quanto avrebbe affermato il sindaco nel corso di una riunione con alcuni imprenditori del settore, durante la quale avrebbe espresso la volontà di trasferire il comparto in altro luogo”.
É poi intervenuto il  segretario della Fiom Cgil di Genova Stefano Bonazzi, dichiarando: “Abbiamo superato ogni limite, siamo stufi di dover continuamente tornare sul futuro delle riparazioni navali, è ora di fare chiarezza. Le riparazioni navali sono un settore strategico, non solo per la città. Come tutte le altre attività industriali necessitano di prospettive ed investimenti, non di tentennamenti ed incertezze. A questo punto chiediamo all’Autorità di Sistema Portuale che ha il governo di quelle aree di pronunciarsi affinché nel prossimo piano regolatore portuale venga sancita una volte per tutte la missione industriale delle riparazioni navali del porto di Genova”.

A Genova si è tenuta una protesta tenuta dai lavoratori delle riparazioni navali contro la possibilità di trasferimento del comparto. In seguito ad un’assemblea proposta da Fim, Fiom e Uilm, davanti al varco portuale delle Grazie, i lavoratori hanno raggiunto Palazzo San Giorgio provocando disagi al traffico.
Dal comunicato della Fiom Cgil di Genova si legge:  “L’assemblea è stata convocata dalle organizzazioni sindacali di categoria dopo quanto avrebbe affermato il sindaco nel corso di una riunione con alcuni imprenditori del settore, durante la quale avrebbe espresso la volontà di trasferire il comparto in altro luogo”.
É poi intervenuto il  segretario della Fiom Cgil di Genova Stefano Bonazzi, dichiarando: “Abbiamo superato ogni limite, siamo stufi di dover continuamente tornare sul futuro delle riparazioni navali, è ora di fare chiarezza. Le riparazioni navali sono un settore strategico, non solo per la città. Come tutte le altre attività industriali necessitano di prospettive ed investimenti, non di tentennamenti ed incertezze. A questo punto chiediamo all’Autorità di Sistema Portuale che ha il governo di quelle aree di pronunciarsi affinché nel prossimo piano regolatore portuale venga sancita una volte per tutte la missione industriale delle riparazioni navali del porto di Genova”.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli