GENOVA, TOTI: POSSIBILE VITTORIA BUCCI PRIMO TURNO

In conclusione della presentazione della ricandidatura del sindaco di Genova Marco Bucci, è intervenuto  Giovanni Toti, dichiarando: “L’obiettivo è vincere al primo turno e credo sia un obiettivo a portata di mano. Basta guardare i risultati delle ultime regionali: credo che i genovesi, che sono gli stessi che hanno votato per Toti alcuni mesi fa, siano gli stessi che voteranno per Bucci in questa tornata elettorale”.

Il presidente della Regione Liguria ha continuato:  “Credo che saranno cinque anni importantissimi per questa città. I primi cinque anni sono stati anni di straordinario buon governo e c’è stata come non mai in Liguria un’unità di intenti tra le amministrazioni civiche e la Regione, in un disegno che ha cambiato la faccia di questo territorio. Credo che Genova e la Liguria siano davvero diventate un modello per il Paese. Siamo pronti ad altri cinque anni che saranno ancora più produttivi perché dopo i primi cinque, che sono sempre un po’ lenti ad ingranare nella programmazione e nel reperimento dei fondi, questa amministrazione comunale e la Regione sono pronte ad accelerare ancora di più il passo, con una maggioranza che, al netto delle chiacchiere e di qualche legittima sensibilità differente, si è dimostrata compatta e coesa, tanto è vero che oggi siamo tutti qua, se non sbaglio anche qualcuno di più”.

In conclusione della presentazione della ricandidatura del sindaco di Genova Marco Bucci, è intervenuto  Giovanni Toti, dichiarando: “L’obiettivo è vincere al primo turno e credo sia un obiettivo a portata di mano. Basta guardare i risultati delle ultime regionali: credo che i genovesi, che sono gli stessi che hanno votato per Toti alcuni mesi fa, siano gli stessi che voteranno per Bucci in questa tornata elettorale”.

Il presidente della Regione Liguria ha continuato:  “Credo che saranno cinque anni importantissimi per questa città. I primi cinque anni sono stati anni di straordinario buon governo e c’è stata come non mai in Liguria un’unità di intenti tra le amministrazioni civiche e la Regione, in un disegno che ha cambiato la faccia di questo territorio. Credo che Genova e la Liguria siano davvero diventate un modello per il Paese. Siamo pronti ad altri cinque anni che saranno ancora più produttivi perché dopo i primi cinque, che sono sempre un po’ lenti ad ingranare nella programmazione e nel reperimento dei fondi, questa amministrazione comunale e la Regione sono pronte ad accelerare ancora di più il passo, con una maggioranza che, al netto delle chiacchiere e di qualche legittima sensibilità differente, si è dimostrata compatta e coesa, tanto è vero che oggi siamo tutti qua, se non sbaglio anche qualcuno di più”.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli