Giappone, sì ai sorrisi nelle foto per la patente

La polizia potrà accettare foto con angoli della bocca sollevati, ma non troppo

Nel Sol Levante si potrà sorridere nelle foto-tessere da utilizzare per le patenti di guida. Secondo quanto riferito dal quotidiano Yomiuri shimbun, infatti, l’Agenzia nazionale di polizia (da cui dipende il rilascio delle licenze di guida) ha chiesto ai dipartimenti locali di revocare i divieti inutili, come pare appunto quello di sorridere quando ci si fa ritrarre negli scatti per i documenti. Al momento risulta che si siano già mosse Osaka e Tokyo, mentre le altre prefetture devono ancora procedere.

La norma – ricorda askanews – prevede che l’espressione facciale nella foto debba essere naturale e non distorta. Questa la motivazione per la quale le foto con il sorriso non erano accettate.

Ora però, come riferito, le cose stanno cambiando: si potrà dunque sorridere, ma non troppo: gli angoli della bocca potranno essere leggermente incurvati verso l’alto, ma la bocca deve essere chiusa e gli occhi dovranno essere completamente aperti.

Sarà anche consentito l’uso di lenti a contatto colorate, ma di un colore vicino a quello naturale di colui che le porta. In alcune aree del Paese, infine, viene anche consentito uno sfondo non necessariamente bianco, ma mai troppo aggressivo e che comunque, quanto al colore, permetta di distinguere con nettezza i capelli.

Nel Sol Levante si potrà sorridere nelle foto-tessere da utilizzare per le patenti di guida. Secondo quanto riferito dal quotidiano Yomiuri shimbun, infatti, l’Agenzia nazionale di polizia (da cui dipende il rilascio delle licenze di guida) ha chiesto ai dipartimenti locali di revocare i divieti inutili, come pare appunto quello di sorridere quando ci si fa ritrarre negli scatti per i documenti. Al momento risulta che si siano già mosse Osaka e Tokyo, mentre le altre prefetture devono ancora procedere.

La norma – ricorda askanews – prevede che l’espressione facciale nella foto debba essere naturale e non distorta. Questa la motivazione per la quale le foto con il sorriso non erano accettate.

Ora però, come riferito, le cose stanno cambiando: si potrà dunque sorridere, ma non troppo: gli angoli della bocca potranno essere leggermente incurvati verso l’alto, ma la bocca deve essere chiusa e gli occhi dovranno essere completamente aperti.

Sarà anche consentito l’uso di lenti a contatto colorate, ma di un colore vicino a quello naturale di colui che le porta. In alcune aree del Paese, infine, viene anche consentito uno sfondo non necessariamente bianco, ma mai troppo aggressivo e che comunque, quanto al colore, permetta di distinguere con nettezza i capelli.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli