Giarrusso e De Luca presentano “Sud Chiama Nord”

Dopo “Alternativa”, “Italexit” e “Insieme per il futuro”, dalla diaspora pentastellata nasce anche “Sud Chiama Nord”.

Il nome è da film anni ’80, il perimetro politico di riferimento quello dell’autonomismo di matrice meridionalista, l’obiettivo più immediato le prossime elezioni regionali in Sicilia.

A guidarlo sono l’europarlamentare (ex M5s), Dino Giarrusso, e l’ex sindaco di Messina, Cateno De Luca.

Nel corso della presentazione al Palazzo dei Normanni del nome e del simbolo, sono state anche ufficializzate le cariche: Giarrusso sarà il segretario nazionale, De Luca il coordinatore. Con loro anche Ismaele La Vardera, un’altra ex ‘iena’, nelle vesti di presidente del neonato partito.

“Sarà un movimento popolare e al tempo stesso un partito che, ispirandosi ai principi autonomistici e federativi dei territori, vuole definire ed attuare un concreto patto di solidarietà tra Sud e Nord, integrando un nuovo quadro di politiche nazionali ed europee finalizzate a eliminare le sperequazioni sociali economiche ed infrastrutturali tra il Meridione e il resto dei territori europei che non rendono competitivo il sistema Italia”, spiegano in una nota Giarrusso e De Luca.

Il primo test saranno le regionali in Sicilia, alle quali i due fondatori di “Sud Chiama Nord” si presenteranno in ticket: De Luca presidente, Giarrusso vice. I fondatori del nuovo soggetto politico hanno parlato di migliaia di richieste di adesione già pervenute.
(Ernesto Ferrante)

Dopo “Alternativa”, “Italexit” e “Insieme per il futuro”, dalla diaspora pentastellata nasce anche “Sud Chiama Nord”.

Il nome è da film anni ’80, il perimetro politico di riferimento quello dell’autonomismo di matrice meridionalista, l’obiettivo più immediato le prossime elezioni regionali in Sicilia.

A guidarlo sono l’europarlamentare (ex M5s), Dino Giarrusso, e l’ex sindaco di Messina, Cateno De Luca.

Nel corso della presentazione al Palazzo dei Normanni del nome e del simbolo, sono state anche ufficializzate le cariche: Giarrusso sarà il segretario nazionale, De Luca il coordinatore. Con loro anche Ismaele La Vardera, un’altra ex ‘iena’, nelle vesti di presidente del neonato partito.

“Sarà un movimento popolare e al tempo stesso un partito che, ispirandosi ai principi autonomistici e federativi dei territori, vuole definire ed attuare un concreto patto di solidarietà tra Sud e Nord, integrando un nuovo quadro di politiche nazionali ed europee finalizzate a eliminare le sperequazioni sociali economiche ed infrastrutturali tra il Meridione e il resto dei territori europei che non rendono competitivo il sistema Italia”, spiegano in una nota Giarrusso e De Luca.

Il primo test saranno le regionali in Sicilia, alle quali i due fondatori di “Sud Chiama Nord” si presenteranno in ticket: De Luca presidente, Giarrusso vice. I fondatori del nuovo soggetto politico hanno parlato di migliaia di richieste di adesione già pervenute.
(Ernesto Ferrante)

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli

Squalo bianco

Il lato sinistro di Giuseppi

Lega Sud

Sorpresa il partito del Nord

Il ministro Fedriga