GIORNALISTI, CASAGIT: SI CHIUDE CON UN ATTIVO DI 8,8 MLN DI EURO IL BILANCIO 2020

Si chiude positivamente il primo bilancio della Mutua Casagit Salute. Nel 2020 il rapporto tra entrate e uscite ha fatto segnare un attivo di 8,8 milioni di euro. In gran parte sono frutto della contrazione delle prestazioni nell’anno della pandemia. Per effetto di questo avanzo di gestione cresce il fondo di garanzia della Mutua Casagit Salute e supera quota 22 milioni. Durante l’anno del Covid, il Cda ha assunto decisioni importanti a favore degli assistiti con sostegni e servizi per la prevenzione e per quanti colpiti dal virus sono stati costretti al ricovero.

L’Assemblea dei Rappresentanti dei Soci, tenutasi il 31 maggio scorso da remoto, ha approvato a maggioranza bilancio e relazione degli Amministratori. Nella prossima Assemblea saranno 82 i Rappresentanti dei Soci; con le elezioni per il rinnovo dei delegati e delle cariche che si sono svolte dal 4 all’8 giugno in via telematica. Dopo 12 anni di presidenza Daniele Cerrato lascia una Mutua solida e con prospettive per il futuro. Due in particolare i passaggi che hanno segnato la storia degli ultimi anni della Casagit: la nascita della Fondazione Casagit e la trasformazione della Cassa in Società Nazionale di Mutuo Soccorso.

Durante i lavori dell’Assemblea, oltre all’approvazione a maggioranza del bilancio consuntivo 2020 e della relazione degli amministratori, è stato illustrato dal direttore generale Francesco Matteoli il preventivo di spesa del 2021. Sarà ancora all’insegna del segno positivo, sebbene emergano sempre più forti le evidenze della crisi dell’occupazione giornalistica. Stabile anche lo stato patrimoniale della Fondazione Casagit, che ha assorbito Casagitservizi S.r.l., società creata nel 2014 per assolvere compiti di consulenza e gestione. Negli anni è diventata punto di riferimento anche per altri enti e Istituti della categoria giornalistica ed è proprietaria del poliambulatorio Apollodoro di Roma.

red/rf

 

Si chiude positivamente il primo bilancio della Mutua Casagit Salute. Nel 2020 il rapporto tra entrate e uscite ha fatto segnare un attivo di 8,8 milioni di euro. In gran parte sono frutto della contrazione delle prestazioni nell’anno della pandemia. Per effetto di questo avanzo di gestione cresce il fondo di garanzia della Mutua Casagit Salute e supera quota 22 milioni. Durante l’anno del Covid, il Cda ha assunto decisioni importanti a favore degli assistiti con sostegni e servizi per la prevenzione e per quanti colpiti dal virus sono stati costretti al ricovero.

L’Assemblea dei Rappresentanti dei Soci, tenutasi il 31 maggio scorso da remoto, ha approvato a maggioranza bilancio e relazione degli Amministratori. Nella prossima Assemblea saranno 82 i Rappresentanti dei Soci; con le elezioni per il rinnovo dei delegati e delle cariche che si sono svolte dal 4 all’8 giugno in via telematica. Dopo 12 anni di presidenza Daniele Cerrato lascia una Mutua solida e con prospettive per il futuro. Due in particolare i passaggi che hanno segnato la storia degli ultimi anni della Casagit: la nascita della Fondazione Casagit e la trasformazione della Cassa in Società Nazionale di Mutuo Soccorso.

Durante i lavori dell’Assemblea, oltre all’approvazione a maggioranza del bilancio consuntivo 2020 e della relazione degli amministratori, è stato illustrato dal direttore generale Francesco Matteoli il preventivo di spesa del 2021. Sarà ancora all’insegna del segno positivo, sebbene emergano sempre più forti le evidenze della crisi dell’occupazione giornalistica. Stabile anche lo stato patrimoniale della Fondazione Casagit, che ha assorbito Casagitservizi S.r.l., società creata nel 2014 per assolvere compiti di consulenza e gestione. Negli anni è diventata punto di riferimento anche per altri enti e Istituti della categoria giornalistica ed è proprietaria del poliambulatorio Apollodoro di Roma.

red/rf

 

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli