GUERINI: L’UE E’ VICINA ALL’UCRAINA

 “Siamo vicini all`Ucraina e al suo popolo. Condanniamo con fermezza, ancora una volta, l`ingiustificata aggressione russa alla sovranità ucraina, che è anche una grave minaccia alla sicurezza internazionale. L`Europa sta dimostrando concretamente questa vicinanza”. Sono queste le dichiarazioni odierne del Ministro della Difesa Lorenzo Guerini in videoconferenza con i Ministri della Difesa dell`Unione Europea per il Consiglio affari esteri in formato difesa indetto da Josep Borrell, Alto Rappresentante Ue della Politica Estera. Lorenzo Guerini ha inoltre approvato la decisione dell`Unione Europea di supportare la resilienza e la difesa ucraina adottando lo European Peace Facility e si è detto favorevole anche sull`opportunità di coordinare le attività di sostegno alle Forze Armate ucraine e l`invio di materiale e equipaggiamento militare, congiuntamente con Stati Uniti e Regno Unito. Il ministro italiano ha poi concluso: “Abbiamo l`esigenza di coordinarci e di agire rapidamente”, ponendo l’ attenzione su come “anche l`Italia, nell`ambito delle decisioni assunte dall`Unione Europea e dopo i previsti passaggi istituzionali nazionali, invierà sistemi d`arma ed altri equipaggiamenti militari in favore delle Forze Armate ucraine. Una risposta importante che dà il segno della concreta solidarietà all`Ucraina. Chi voleva dividerci è rimasto deluso. La NATO è più forte, l`Europa più unita”.

 “Siamo vicini all`Ucraina e al suo popolo. Condanniamo con fermezza, ancora una volta, l`ingiustificata aggressione russa alla sovranità ucraina, che è anche una grave minaccia alla sicurezza internazionale. L`Europa sta dimostrando concretamente questa vicinanza”. Sono queste le dichiarazioni odierne del Ministro della Difesa Lorenzo Guerini in videoconferenza con i Ministri della Difesa dell`Unione Europea per il Consiglio affari esteri in formato difesa indetto da Josep Borrell, Alto Rappresentante Ue della Politica Estera. Lorenzo Guerini ha inoltre approvato la decisione dell`Unione Europea di supportare la resilienza e la difesa ucraina adottando lo European Peace Facility e si è detto favorevole anche sull`opportunità di coordinare le attività di sostegno alle Forze Armate ucraine e l`invio di materiale e equipaggiamento militare, congiuntamente con Stati Uniti e Regno Unito. Il ministro italiano ha poi concluso: “Abbiamo l`esigenza di coordinarci e di agire rapidamente”, ponendo l’ attenzione su come “anche l`Italia, nell`ambito delle decisioni assunte dall`Unione Europea e dopo i previsti passaggi istituzionali nazionali, invierà sistemi d`arma ed altri equipaggiamenti militari in favore delle Forze Armate ucraine. Una risposta importante che dà il segno della concreta solidarietà all`Ucraina. Chi voleva dividerci è rimasto deluso. La NATO è più forte, l`Europa più unita”.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli