I russi hanno occupato Lysychansk e bombardano Kharkiv, Izium e Bhodukhiv

Continuano i bombardamenti russi a tappeto sull’Ucraina: stamattina, intorno alle 4.00, le truppe russe hanno lanciato missili su Kharkiv, Izium e Bhodukhiv, causando la distruzione edifici residenziali, fabbricati agricoli, garage e altre strutture, uccidendo tre persone e ferendone sei in un agguato al villaggio di Bezruky. Tra i palazzi colpiti anche una scuola superiore: non si rilevano, fortunatamente, vittime. Nel Donbass, intanto, la guerra procede e la Russia avanza: secondo quanto afferma il governatore ucraino di Lugansk ,Serhai Haidai, nell’Ucraina orientale, sarebbero caduti, ormai in mano russa, all’incirca 8000 civili a Severodonetsk e 10.000 a Lysychansk, da poco occupata.

Su Telegram il governatore ha sottolineato come la resistenza si stia riorganizzando per difendersi dal nemico: “Manteniamo le nostre posizioni in una piccola parte della regione di Luhansk in modo che i nostri militari abbiano il tempo di costruire le difese”. Mentre le operazioni militari procedono a danno degli ucraini, Zelensky, oggi, nel giorno dell’Indipendenza americana, si è rivolto agli Usa e al suo popolo augurando pace, serenità e fortuna, ribadendo ancora l’apprezzamento per gli aiuti forniti all’insegna della libertà e della democrazia. “Buon Giorno dell’Indipendenza al popolo degli Stati Uniti e al presidente americano Joe Biden- ha detto il presidente ucraino- Auguro al popolo amico degli Stati Uniti pace e prosperità. Apprezzo l’assistenza della leadership degli Stati Uniti nella difesa da parte dell’Ucraina dei valori comuni: Libertà, Democrazia e Indipendenza”.

Mariangela Marchioni

Continuano i bombardamenti russi a tappeto sull’Ucraina: stamattina, intorno alle 4.00, le truppe russe hanno lanciato missili su Kharkiv, Izium e Bhodukhiv, causando la distruzione edifici residenziali, fabbricati agricoli, garage e altre strutture, uccidendo tre persone e ferendone sei in un agguato al villaggio di Bezruky. Tra i palazzi colpiti anche una scuola superiore: non si rilevano, fortunatamente, vittime. Nel Donbass, intanto, la guerra procede e la Russia avanza: secondo quanto afferma il governatore ucraino di Lugansk ,Serhai Haidai, nell’Ucraina orientale, sarebbero caduti, ormai in mano russa, all’incirca 8000 civili a Severodonetsk e 10.000 a Lysychansk, da poco occupata.

Su Telegram il governatore ha sottolineato come la resistenza si stia riorganizzando per difendersi dal nemico: “Manteniamo le nostre posizioni in una piccola parte della regione di Luhansk in modo che i nostri militari abbiano il tempo di costruire le difese”. Mentre le operazioni militari procedono a danno degli ucraini, Zelensky, oggi, nel giorno dell’Indipendenza americana, si è rivolto agli Usa e al suo popolo augurando pace, serenità e fortuna, ribadendo ancora l’apprezzamento per gli aiuti forniti all’insegna della libertà e della democrazia. “Buon Giorno dell’Indipendenza al popolo degli Stati Uniti e al presidente americano Joe Biden- ha detto il presidente ucraino- Auguro al popolo amico degli Stati Uniti pace e prosperità. Apprezzo l’assistenza della leadership degli Stati Uniti nella difesa da parte dell’Ucraina dei valori comuni: Libertà, Democrazia e Indipendenza”.

Mariangela Marchioni

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli