Il caso del volontario marocchino in Ucraina

Elena Vesnina, avvocato del “volontario” marocchino Saad Brahim condannato a morte nella Repubblica di Donetsk, ha detto che chiederà la grazia per il suo assistito. “Chiederemo sicuramente la grazia. Vedi, il mio cliente vuole che presenti questo reclamo, come posso non farlo? Abbiamo tempo fino al 9 luglio, fino ad allora è presto per parlare”.

Elena Vesnina, avvocato del “volontario” marocchino Saad Brahim condannato a morte nella Repubblica di Donetsk, ha detto che chiederà la grazia per il suo assistito. “Chiederemo sicuramente la grazia. Vedi, il mio cliente vuole che presenti questo reclamo, come posso non farlo? Abbiamo tempo fino al 9 luglio, fino ad allora è presto per parlare”.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli

Squalo bianco

Il lato sinistro di Giuseppi

Lega Sud

Sorpresa il partito del Nord

Il ministro Fedriga