Imprese, Rosa: necessaria mentalità più europea

Il presidente dell'Associazione Italiana Banche Estere Guido Rosa, ha quest’oggi reso noto
che: "L'eccezionalità degli eventi degli ultimi tre anni deve portarci a pensare sempre di più in chiave
europea, perché l'Europa è l'unica possibilità per l'Italia di poter competere a livello globale. Purtroppo
molto spesso, complice anche una politica a volte populista, siamo portati a pensare in chiave di
convenienza nazionale piuttosto che europea. Oggi più che mai, per competere sui mercati occorre avere
dimensioni aziendali importanti ed operare con una logica di impresa multinazionale, logica che spesso
manca alle aziende italiane . Questa mentalità deve cambiare anche attraverso una revisione del sistema
del golden power torni a essere uno strumento eccezionale di controllo su operazioni di reale valore
strategico ed extra-Ue. In altre parole, se vogliamo essere europei, dobbiamo accettare che una società
comunitaria possa acquisire una azienda italiana”.

Il presidente dell'Associazione Italiana Banche Estere Guido Rosa, ha quest’oggi reso noto
che: "L'eccezionalità degli eventi degli ultimi tre anni deve portarci a pensare sempre di più in chiave
europea, perché l'Europa è l'unica possibilità per l'Italia di poter competere a livello globale. Purtroppo
molto spesso, complice anche una politica a volte populista, siamo portati a pensare in chiave di
convenienza nazionale piuttosto che europea. Oggi più che mai, per competere sui mercati occorre avere
dimensioni aziendali importanti ed operare con una logica di impresa multinazionale, logica che spesso
manca alle aziende italiane . Questa mentalità deve cambiare anche attraverso una revisione del sistema
del golden power torni a essere uno strumento eccezionale di controllo su operazioni di reale valore
strategico ed extra-Ue. In altre parole, se vogliamo essere europei, dobbiamo accettare che una società
comunitaria possa acquisire una azienda italiana”.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli