Innovazione, industria 4.0 e domotica: le startup italiane a Barcellona per il Mobile World Congress

Due startup italiane volano alla 14esima edizione del Mobile World Congress, la più importante fiera al mondo sulla telefonia mobile che si terrà dal 28 febbraio al 3 marzo a Barcellona.

 

L’obiettivo è raccontare come sta evolvendo il mercato dell’Internet of Things, sempre più presente sia in ambito industriale che domestico. Zerynth, che supporta le aziende nella digitalizzazione dei processi industriali e nello sviluppo di prodotti connessi e innovativi, e Domethics, che trasforma smartphone e tablet in Gateway per gestire gli smart device, prenderanno parte alla “spedizione italiana” organizzata da ICE, l’Istituto per il Commercio Estero.

Un appuntamento che – per la sempre maggior connessione tra la telefonia mobile e settori affini come IoT, Cybersecurity, Automotive – negli ultimi anni si è trasformato in un evento dedicato al mondo innovazione e all’IT in tutte le sue declinazioni.

Zerynth si occupa di affiancare le aziende nella digitalizzazione dei processi industriali e nello sviluppo di prodotti connessi e innovativi. Lo fa grazie alla sua piattaforma IoT, un set completo di strumenti hardware-software progettato per guidare la trasformazione di aziende e PMI in modo veloce, flessibile e sicuro: è infatti pensato per tutte quelle aziende che intendono sviluppare nuovi prodotti connessi, connettere prodotti già esistenti o creare soluzioni IoT industriali.

 

Zerynth inoltre consente di far evolvere qualunque azienda mantenendo i macchinari industriali che ancora sono performanti nella loro capacità produttiva e aggiungendo le funzionalità tipiche dell’industria 4.0 in modo poco invasivo.

 

In particolare, grazie alla linea di prodotti IoT dotati di connettività cellulare progettata da Zerynth – come il 4ZeroBox Mobile, dispositivo IoT industriale con connettività cellulare e funzionalità GPS che semplifica lo sviluppo di applicazioni IoT industriali – è possibile connettere qualsiasi macchinario industriale in qualsiasi luogo e in qualunque momento senza bisogno di accesso al WiFi. In questo modo i manager saranno in grado di monitorare i KPI dei loro macchinari e dell’intera produzione ovunque si trovino e ricevere notifiche in tempo reale, ottimizzando i processi e riducendo i costi operativi.

Creato dalla startup Domethics, Adriano è un dispositivo che trasforma ogni smartphone, tablet e smart TV nel più potente ed economico smart-home gateway sul mercato, capace di gestire i device wireless attraverso l’uso della voce o dell’app dedicata. Adriano sfrutta la potenza di calcolo degli smartphone o dei tablet a cui è collegato e fornisce loro quei protocolli wireless come il BLE 5.0, Zigbee o lo Z-wave, di cui questi dispositivi sono sprovvisti, per controllare tutti gli oggetti connessi ad oggi sul mercato.

 

La combinazioni di questi fattori permette di ottenere un gateway per la smart-home capace di prestazioni molto al di sopra della media degli altri prodotti in commercio e con possibilità di implementare, semplicemente tramite app mobile, funzioni aggiuntive pressoché illimitate. In questa maniera consente anche di recuperare i vecchi tablet o telefoni che vengono considerati obsoleti e non più utilizzabili, dando loro nuova vita. Sfruttando una logica da piattaforma multi-protocollo, è possibile connettere ad Adriano differenti smart device: queste diverse combinazioni possono essere utilizzate per soddisfare i più richiesti casi d’uso, che vanno dalla gestione energetica dell’abitazione all’assistenza alle persone anziane.

Due startup italiane volano alla 14esima edizione del Mobile World Congress, la più importante fiera al mondo sulla telefonia mobile che si terrà dal 28 febbraio al 3 marzo a Barcellona.

 

L’obiettivo è raccontare come sta evolvendo il mercato dell’Internet of Things, sempre più presente sia in ambito industriale che domestico. Zerynth, che supporta le aziende nella digitalizzazione dei processi industriali e nello sviluppo di prodotti connessi e innovativi, e Domethics, che trasforma smartphone e tablet in Gateway per gestire gli smart device, prenderanno parte alla “spedizione italiana” organizzata da ICE, l’Istituto per il Commercio Estero.

Un appuntamento che – per la sempre maggior connessione tra la telefonia mobile e settori affini come IoT, Cybersecurity, Automotive – negli ultimi anni si è trasformato in un evento dedicato al mondo innovazione e all’IT in tutte le sue declinazioni.

Zerynth si occupa di affiancare le aziende nella digitalizzazione dei processi industriali e nello sviluppo di prodotti connessi e innovativi. Lo fa grazie alla sua piattaforma IoT, un set completo di strumenti hardware-software progettato per guidare la trasformazione di aziende e PMI in modo veloce, flessibile e sicuro: è infatti pensato per tutte quelle aziende che intendono sviluppare nuovi prodotti connessi, connettere prodotti già esistenti o creare soluzioni IoT industriali.

 

Zerynth inoltre consente di far evolvere qualunque azienda mantenendo i macchinari industriali che ancora sono performanti nella loro capacità produttiva e aggiungendo le funzionalità tipiche dell’industria 4.0 in modo poco invasivo.

 

In particolare, grazie alla linea di prodotti IoT dotati di connettività cellulare progettata da Zerynth – come il 4ZeroBox Mobile, dispositivo IoT industriale con connettività cellulare e funzionalità GPS che semplifica lo sviluppo di applicazioni IoT industriali – è possibile connettere qualsiasi macchinario industriale in qualsiasi luogo e in qualunque momento senza bisogno di accesso al WiFi. In questo modo i manager saranno in grado di monitorare i KPI dei loro macchinari e dell’intera produzione ovunque si trovino e ricevere notifiche in tempo reale, ottimizzando i processi e riducendo i costi operativi.

Creato dalla startup Domethics, Adriano è un dispositivo che trasforma ogni smartphone, tablet e smart TV nel più potente ed economico smart-home gateway sul mercato, capace di gestire i device wireless attraverso l’uso della voce o dell’app dedicata. Adriano sfrutta la potenza di calcolo degli smartphone o dei tablet a cui è collegato e fornisce loro quei protocolli wireless come il BLE 5.0, Zigbee o lo Z-wave, di cui questi dispositivi sono sprovvisti, per controllare tutti gli oggetti connessi ad oggi sul mercato.

 

La combinazioni di questi fattori permette di ottenere un gateway per la smart-home capace di prestazioni molto al di sopra della media degli altri prodotti in commercio e con possibilità di implementare, semplicemente tramite app mobile, funzioni aggiuntive pressoché illimitate. In questa maniera consente anche di recuperare i vecchi tablet o telefoni che vengono considerati obsoleti e non più utilizzabili, dando loro nuova vita. Sfruttando una logica da piattaforma multi-protocollo, è possibile connettere ad Adriano differenti smart device: queste diverse combinazioni possono essere utilizzate per soddisfare i più richiesti casi d’uso, che vanno dalla gestione energetica dell’abitazione all’assistenza alle persone anziane.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli