LA GHIGLIOTTINA – Il vaffa di ft alla family zelensky uomo dell’anno

La guerra in Ucraina deve aver messo in moto un business tale per l’industria bellica del Regno Unito che il Financial Times dedica la copertina di uomo dell’anno al presidente ucraino Volodymyr Zelensky. L’ex comico viene definito dalla bibbia della finanza britannica “un Churcill per l’era dei social media”. Per Ft, Zelensky “incarna la resilienza del suo popolo ed è diventato un portabandiera della democrazia liberale”. Inutile dire che di fronte a una delle parole più solenni di questa era, che presa in prestito dalla fisica oggi rappresenta tutto il bello e il buono possibili per le anime belle occidentali – non “democrazia liberale”, ovviamente, ma “resilienza” – alziamo le mani. La copertina è strameritata, messa così. Circa il paragone con Churcill ci appare appena appena sproporzionato. Però un dato è certo: Zelensky è un mago della comunicazione social. Di certo più capace del “povero” Re Carlo III, troppo boomer per bucare sui social. Forse sarà per quello che il Ft nell’anno della morte della Regina Elisabetta e dell’ascesa al trono di suo figlio, snobba la Royal Family e dedica la copertina a Zelensky. Ubi maior…

La guerra in Ucraina deve aver messo in moto un business tale per l’industria bellica del Regno Unito che il Financial Times dedica la copertina di uomo dell’anno al presidente ucraino Volodymyr Zelensky. L’ex comico viene definito dalla bibbia della finanza britannica “un Churcill per l’era dei social media”. Per Ft, Zelensky “incarna la resilienza del suo popolo ed è diventato un portabandiera della democrazia liberale”. Inutile dire che di fronte a una delle parole più solenni di questa era, che presa in prestito dalla fisica oggi rappresenta tutto il bello e il buono possibili per le anime belle occidentali – non “democrazia liberale”, ovviamente, ma “resilienza” – alziamo le mani. La copertina è strameritata, messa così. Circa il paragone con Churcill ci appare appena appena sproporzionato. Però un dato è certo: Zelensky è un mago della comunicazione social. Di certo più capace del “povero” Re Carlo III, troppo boomer per bucare sui social. Forse sarà per quello che il Ft nell’anno della morte della Regina Elisabetta e dell’ascesa al trono di suo figlio, snobba la Royal Family e dedica la copertina a Zelensky. Ubi maior…

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli